Sabatini green, dal Mimit novità sull’iter di accesso

Sabatini green, è il fornitore a dichiarare che i beni rientrano in un progetto ambientale e sono provvisti di idonee certificazioni. Inoltre, i beni non solo non devono essere finalizzati alla semplice sostituzione di macchinari ma devono contribuire a finalità più alte come l’ampliamento o la diversificazione della produzione.

È con la circolare direttoriale 50031 dell’11 dicembre che il ministero delle Imprese e del made in Italy (Mimit) interviene sulla disciplina di concessione delle agevolazioni «Nuova Sabatini».

Lo fa integrando le disposizioni relative al regolamento Gber - contenute nella circolare 410823/2022 - con le disposizioni applicabili in ragione delle modifiche introdotte dal regolamento (Ue) 2023/1315 della Commissione.

Intanto, la legge di Bilancio ha stanziato altri 100 milioni a valere sulla Sabatini, per garantirne la continuità anche nel 2024.

Novità e modalità di accesso

Le imprese interessate all’agevolazione devono realizzare investimenti che passano in una delle tipologie di aiuti previste dal regolamento Ue di riferimento.

Queste possono essere, a titolo esemplificativo, investimenti in beni materiali e immateriali relativi alla creazione di un nuovo stabilimento, l’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, la diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere prodotti o servizi non fabbricati o forniti precedentemente nella struttura. Possono essere rivolte al cambiamento sostanziale del processo di produzione complessivo del prodotto, dei prodotti o della fornitura complessiva del servizio o dei servizi interessati dall’investimento nello stabile.

Per sostenere l’accesso alla misura agevolativa delle imprese impegnate in programmi di investimento in beni strumentali a basso impatto ambientale, con attinenza specifica al possesso dei requisiti tecnici, la circolare ha modificato la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà rilasciata dal fornitore, che l’impresa deve allegare alla richiesta di erogazione del contributo.

In relazione ai beni «a basso impatto ambientale» venduti, il fornitore deve dichiarare che rientrano nell’ambito di un programma finalizzato a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi e hanno una certificazione ambientale di prodotto riconosciuta livello europeo.

Rimane invariata la modalità di trasmissione della domanda, che deve avvenire secondo la compilazione dei moduli fac-simile forniti dal Mimit.

Sabatini green

Il contributo in conto impianti «Nuova Sabatini» mette a disposizione fondi da destinare a investimenti in macchinari, impianti e attrezzature a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi orientati a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi, nelle micro, piccole e medie imprese.

Per questa misura agevolativa, non è escluso nessun settore, neppure agricoltura e pesca, fatta eccezione per il settore inerente alle attività finanziarie e assicurative.

Anche per i beni ambientali la normativa vuole che i beni finanziati siano nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per impianti e macchinari, attrezzature industriali e commerciali e altri beni. Non sono in ogni caso ammissibili le spese inerenti a terreni e fabbricati, beni di seconda mano o rigenerati.

L’aiuto prevede concessioni da parte di banche e intermediari finanziari, di finanziamenti di durata non superiore ai cinque anni, con importo compreso tra i 20 mila e i 4 milioni di euro, nonché di un contributo dal Ministero rapportato agli interessi sui predetti finanziamenti. Questo, nella fattispecie, è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati sui vari investimenti, che possono essere per i beni green pari al 3,575%. Il sistema di calcolo è in linea con quanto previsto per i beni 4.0.

Fonte: Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi del 1° febbraio 2024

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2024 - Tutti i diritti riservati