Incentivi, moratoria fino al 31 dicembre

Ufficiale la proroga fino al 31 dicembre 2021 anche delle rate dei finanziamenti agevolati concessi a valere sul Fondo crescita sostenibile (Fsc), sul Fondo innovazione tecnologica (Fit) e Pia innovazione per le Pmi. Lo ha stabilito la circolare n. 191166 dell'8 giugno 2021 pubblicata dal ministero dello Sviluppo economico. Nel precisare di dare attuazione a quanto previsto dall'art. 16 del decreto Sostegni bis (dl 73 del 25 maggio 2021), il documento di prassi del MiSe ha disposto che le imprese interessate presentino al soggetto gestore (Unicredit spa) un'esplicita istanza entro il 15 giugno 2021 secondo un modello che costituisce parte integrante della circolare stessa.

La proroga fino a tutto il 2021. Il governo è intervenuto con l'art. 16 del decreto Sostegni bis per disporre un'ulteriore proroga fino al 31/12/2021 dei termini della moratoria per le pmi, già introdotta dall'art. 56 del decreto legge «Cura Italia» (n. 18/2020, convertito dalla legge 27/2020) e valevole fino al 30 giugno 2021 a seguito delle successive proroghe previste dal decreto legge «Agosto» n. 104/2020 e dalla legge di bilancio n 178/2020.

In particolare, la proroga della moratoria dei finanziamenti agevolati Fcs - Fit - Pia Innovazione per le pmi, resa operativa dalla circolare MiSe n. 191166, può essere concessa a tutte le imprese che abbiano già fatto esplicita richiesta di moratoria dei finanziamenti agevolati e che siano già state ammesse alla sospensione del rimborso delle rate.

La proroga dei termini fino alla fine di quest'anno, tuttavia, è limitata alla sola quota capitale. Per ottenerla le imprese interessate dovranno presentare una esplicita istanza entro il 15 giugno 2021, che dovrà essere inoltrata dai soggetti beneficiari unicamente al soggetto gestore (Unicredit spa) secondo l'apposito modello che costituisce parte integrante della predetta circolare.

Fsc, Fit, Pia Innovazione per le Pmi. I finanziamenti agevolati oggetto di proroga, come detto, riguardano quelli concessi in ambito Fit (Fondo innovazione tecnologica, Fcs (Fondo crescita sostenibile) e Pia Innovazione per le pmi (Pacchetto integrato di agevolazioni). Quest'ultimo, attivato nell'ambito del Programma operativo nazionale (Pon), costituisce una forma di strumento agevolativo che utilizza un'unica procedura di accesso ai finanziamenti, allo scopo di semplificare l'iter di istruttoria e di concessioni; il suo obiettivo è di selezionare nel Mezzogiorno progetti particolarmente innovativi incentrati su un alto grado di ricerca e sulla qualità dell'incremento occupazionale.

Si ricorda che le agevolazioni del Fit sono destinate al sostegno di programmi relativi ad attività di sviluppo sperimentale (anche non preponderanti di ricerca industriale), mentre il Fsc è destinato al finanziamento di programmi e interventi con un impatto significativo in ambito nazionale sulla competitività dell'apparato produttivo (promozione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, rafforzamento della struttura produttiva, attrazione di investimenti dall'estero).

Fonte: ItaliaOggi, Diritto e Fisco dell'11 giugno 2021

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati