Rilancio turismo tra garanzie fondo Bei e crediti d’imposta

Arrivare al turismo 4.0 con il potenziamento dell’attrattività, il miglioramento dell’offerta delle strutture ricettive attraverso interventi di riqualificazione e potenziamento degli hotel, delle infrastrutture e dei servizi collegati, accelerare la transizione verso il digitale e la sostenibilità ambientale. Queste solo alcune delle aree chiave d’intervento del Pnrr che punta al sostengo e miglioramento dell’industria dell’ospitalità. A questo serviranno i 6,7 miliardi previsti dal Piano da ripartire tra turismo e cultura.

È anche prevista, insieme ad altri quattro strumenti, la definizione di un fondo Bei ad hoc che dovrà attrarre anche investitori privati creando un effetto leva in grado di generare oltre 2 miliardi di investimenti.

Ci sarà un credito d’imposta per le strutture ricettive, una sezione speciale del fondo di garanzia, incentivi all’aggregazione delle imprese turistiche, il fondo nazionale per il Turismo e il fondo per il Turismo sostenibile. Verranno investiti fondi su progetti di investimento in immobili di prestigio con l’obiettivo di supportare la ripresa delle catene alberghiere. Interventi che vanno nella direzione emersa dal recente studio di Altagamma con la collaborazione di Bain & Company e Boston Consulting Group da cui emerge come il turismo di lusso per l’Italia sia un “giacimento” dalle grandi potenzialità. Nell’era pre Covid venivano realizzati ricavi per 25 miliardi che potrebbero crescere e raggiungere una forchetta tra i 60 e i 100 miliardi anche con l’allungamento della stagione turistica e la conquista di nuove quote degli ospiti miliardari.

Il Pnrr prevede il potenziamento del portale italia.it, la vetrina della destinazione Italia, che seguendo le best practice estere avrà il compito di fare incontrare domanda e offerta turistica.

Contro l’overtourism e gli assalti alle città d’arte si cercherà inoltre di promuovere le destinazioni minori, i “borghi”. Questi piccoli comuni spesso offrono antiche gemme artistico-culturali e per loro verrà stilato uno specifico piano di sostegno e sviluppo intrecciando percorsi turistico culturali per fare scoprire le peculiarità, per esempio, artigianali e agroalimentari di questi territori.

Una serie di progetti per innalzare, rinnovare e diversificare l’offerta pensando ai prossimi grandi eventi che il Paese a breve ospiterà. Per la prima volta l’Italia ospiterà a Roma la Ryder Cup 2023 in cui si affronteranno i migliori golfisti d’Europa e Usa. Nel 2025 ci sarà il Giubileo. Grandi eventi per i quali si dovranno ideare percorsi alternativi verso tutte le regioni. Qui l’intervento del pubblico, secondo il Pnrr, innescherà un effetto moltiplicatore degli investimenti a cui si aggiungeranno altre iniziative dei fondi. Le risorse saranno destinate per potenziare la competitività del turismo di montagna, quello business e dell’offerta turistica premium, quello sostenibile con interventi per rinnovare le attività. Con «Caput mundi», 500 milioni di risorse, si pensa anche ai grandi eventi turistici che si svolgeranno nella Capitale tra cui il Giubileo lavorando su una offerta diversificata per le diverse tipologie di ospiti.

I risultati non mancheranno perché nel 2026 al termine del Pnrr, secondo la simulazione del Governo, tutti gli interventi concertati tra cultura e turismo dovrebbero portare a un incremento complessivo del Pil dell’1,3%. Le ricadute potrebbero essere maggiori riuscendo ad attirare maggiori quote di turisti altospendenti stranieri che scelgono altre destinazioni. Da potenziare inoltre le attività del comparto Mice (Meeting, incentive, congressi ed esposizioni) altro segmento che lavora con clientela premium. Nell’era pre pandemia il 40% delle camere di hotel 4 e 5 stelle era occupato dalla clientela congressuale che insieme a quella premium ha i tassi di spesa giornaliera più alti, creano più posti di lavoro a tempo determinato senza contare le ricadute sul commercio, la moda e il terziario.

Fonte: Il Sole 24Ore, Rapporti dell'8 giugno 2021

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati