Ecobonus: condomìni e documenti per riscaldamento

Con risposte a quesiti pubblicate sul proprio sito internet, l'ENEA fornisce chiarimenti in merito all'agevolazione Ecobonus Agevolazione fiscale per il risparmio energetico negli edifici esistenti ex Legge n 296/2006

In particolare, nel caso di interventi su condomìni o comunque su edifici con più unità immobiliari  un amministratore domanda quali documenti debba predisporre ed inviare nel caso di lavori di efficentamento energetico su impianto di riscaldamento centralizzato o autonomo.

L'ENEA replica che occorre disitinguere i seguenti casi:

  1. interventi che non comportano la sostituzione dell'impianto termico:
    • in parti comuni del condominio:
      • se l'impianto termico è centralizzato si trasmette una sola pratica con i dati dell'intero edificio. L'amministratore può inoltrare la richiesta di detrazione oppure la stessa può essere inviata dal tecnico abilitato indicando il numero di unità abitative oggetto di intervento e il costo complessivo sostenuto
      • se gli impianti sono autonomi si trasmette una sola pratica calcolando gl indici di prestazione energetica dell'intero edificio, facendo il rapporto tra la somma, estesa a tutte le unità immobiliari, dei fabbisogni energetici e la superficie utile climatizzata complessiva
    • sul singolo appartamento: si trasmette una pratica per ogni singolo appartamento facendo riferimento per l'impianto di riscaldamento a quello centralizzato o all'impianto autonomo secondo il caso pertinente
  2. interventi (terminati dopo il 15 agosto 2009) che comportano la sostituzine di impianto termico con altro non a biomassa
    • se l'impianto termico è centralizzato occorre predisporre una sola pratica per l'intero edificio. La richiesta di detrazione può essere inviata da un singolo condomino specificando che è fatta a nome di altri o dall'amministratore, indiando il numero di unità abitative oggetto dell'intervento e il costo complessivo sostenuto
    • se gli impianti sono autonomi occorre una pratica per ogni appartamento
  3. interventi (ai sensi del comma 344) con data di inizio lavori antecedenti al 6 agosto 2020
    • se gli impianti sono autonomi si trasmette una sola pratica calcolando gl indici di prestazione energetica dell'intero edificio facendo il rapporto tra la somma estesa a tutte le unità  dei fabbisogni energetici e la superficie utile climatizzata complessiva
    • se l'impianto è centralizzato occorre trasmettere una sola pratica per l'intero edificio
    • attenzione va prestata al fatto che in entrambi i casi occorre verificare che il valore dell'indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale per l'intero edifcio sia minore di quello limite riportato nella tabelle 3 e 4 dell'allegato A al DM 11 marzo 2008 s.m.i.

Fonte: fiscoetasse.com, Rassegna Stampa del 3 maggio 2021

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati