Contributi per terzo settore

La Regione Emilia Romagna eroga contributi a sostegno dei progetti di interesse e diffusione regionale, nonchè di sostegno e valorizzazione delle attività delle associazioni a rilevanza locale.

Destinatari degli interventi sono le associazioni di promozione sociale a rilevanza regionale che presentino articolazioni in più territori provinciali e che, alla data della deliberazione che approva il bando, risultano iscritte da almeno un anno nell’ apposita Sezione del registro regionale.

Le risorse sono finalizzate a sostenere progetti volti a realizzare:

  • interventi di sostegno alla socialità che tengano conto delle misure di sicurezza comunque necessarie a causa della pandemia, ma che sappiano riattivare i legami di comunità, con una particolare attenzione alle persone vulnerabili e a rischio di isolamento sociale quali anziani e disabili;
  • partecipazione, in forma gratuita, alle attività (sociali, sportive, culturali, ecc..) organizzate e promosse dalle associazioni, da parte di persone, in particolare minori, in condizioni di difficoltà socio-economica, individuate in accordo con gli enti locali, al fine di contrastare fenomeni di svantaggio ed esclusione sociale;
  • azioni di animazione della comunità che in particolare sappiano promuovere e valorizzare le relazioni fra generazioni e il dialogo interculturale quali fattori di resilienza, di coesione e inclusione sociale
  • sviluppo e rafforzamento del volontariato, della cittadinanza attiva, della legalità e della corresponsabilità, in particolare attraverso il coinvolgimento delle giovani generazioni;
  • sviluppo delle risorse umane e qualificazione delle competenze delle associazioni, attività di informazione, aggiornamento, analisi e diffusione sui temi del Terzo settore, con particolare riferimento all’attuazione della riforma;
  • sensibilizzazione ai temi della sostenibilità ambientale e azioni volte alla tutela dell’ambiente e al benessere degli animali;
  • sostegno al riavvio e mantenimento sul territorio delle attività associative e loro adeguamento alle condizioni imposte dalle misure di prevenzione, in un’ottica di rilancio e rafforzamento dopo la fase di grave difficoltà legata alla sospensione delle attività di natura aggregativa.

progetti dovranno essere di importo pari o superiore a 20.000 euro e potrà essere riconosciuto un contributo pari all’80% delle spese ammissibili, fino ad un importo massimo di 50.000 euro.

La dotazione finanziaria ammonta a 341.000 euro.

Le domande di finanziamento dovranno essere presentate entro le ore 13.00 del 15 settembre 2021 esclusivamente mediante invio a mezzo PEC (posta elettronica certificata).

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati