Incentivi assunzioni 2021

Gli incentivi alle assunzioni sono dei benefici economici, normativi o contributivi riconosciuti ai datori di lavoro per l'assunzione di specifiche categorie di persone.

Di seguito una guida completa su tutti i bonus e gli incentivi assunzioni disponibili per il 2021 e attualmente attivi:

1. INCENTIVO STRUTTURALE GIOVANI UNDER36 (in attesa di approvazione da parte della Commissione UE)

I datori di lavoro privati che assumono giovani con contratto di lavoro a tempo indeterminato, con qualifica di operai, impiegati o quadri, possono usufruire di uno sgravio contributivo del 100%, fino a un massimo di 6.000 euro l’anno, riparametrato e applicato su base mensile per 12 mensilità. La durata massima del beneficio è pari a 36 mesi (48 mesi al SUD dal 2021), per un totale massimo incentivabile di 18.000 euro (24.000 euro al SUD dal 2021).

L'incentivo rappresenta una misura di tipo strutturale, ovvero senza scadenze temporali.

L'esonero spetta a condizione che l'assunzione riguardi giovani che non abbiano compiuto i 36 anni e che non siano mai stati occupati a tempo indeterminato presso il medesimo o altro datore di lavoro nel corso dell'intera vita lavorativa. L'incentivo è valido sia per nuove assunzioni che per trasformazioni a tempo indeterminato di contratti a termine. Dal 2022 l'incentivo sarà applicabile solo ai giovani di età inferiore ai 30 anni.


2. ESONERO CONTRIBUTIVO PER ASSUNZIONI DI GIOVANI A TEMPO INDETERMINATO

L’agevolazione consiste nell’esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato dei giovani.

La riduzione contributiva è :

  • pari al 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per il medesimo rapporto (con esclusione dei premi e contributi relativi all'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali);
  • pari al 100% della medesima base contributiva per le assunzioni, entro sei mesi dall'acquisizione del titolo di studio, di studenti che hanno svolto presso il medesimo datore attività di alternanza scuola-lavoro (pari almeno al 30% delle ore di alternanza previste) o periodi di apprendistato;
  • applicata su base mensile, per un periodo massimo di 36 mesi, mentre la misura massima della riduzione è pari a 3.000 euro su base annua.


3. BONUS DONNE

L’esonero si configura come un’estensione della Legge Fornero e si applica per l'assunzione nel biennio 2021-2022 di donne lavoratrici svantaggiate:

  • donne di qualsiasi età, ovunque residenti e prive di un impiego regolarmente retribuito* da almeno 24 mesi; 
  • donne con almeno 50 anni e disoccupate da oltre 12 mesi;
  • donne di qualsiasi età, residenti in regioni ammissibili ai finanziamenti nell'ambito dei fondi strutturali dell'Unione europea (Calabria, Puglia, Sicilia, Campania, Basilicata) prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi/donne di qualsiasi età che svolgono professioni o attività lavorative in settori economici caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere, superiore al 25% (individuate di anno in anno con apposito decreto dai ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali e da quello dell’Economia e delle Finanze) e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

In caso di assunzione di donne con i requisiti di cui sopra, negli anni 2021 e 2022, l'agevolazione sarà del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro nel limite pari a 6.000 euro annui.


4. APPRENDISTATO

Consiste in un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all'occupazione dei giovani fino a 29 anni di età.

L’apprendistato consente al datore di lavoro di tutti i settori economici di beneficiare di grandi vantaggi in termini di minori contributi da versare, livello retributivo e calcolo della dimensione aziendale.


5. APPRENDISTATO OVER 30 PERCETTORI DI NASPI

È possibile instaurare rapporti di apprendistato professionalizzante con lavoratori che hanno titolo a fruire di un trattamento di disoccupazione, in deroga all’ordinario limite di età di 30 anni non compiuti

I lavoratori beneficiari di Naspi, senza limiti di età, possono essere assunti, ai fini della loro qualificazione o riqualificazione professionale, con contratto di apprendistato professionalizzante.

Trova applicazione il regime agevolativo proprio del contratto di apprendistato con esclusione della libera recedibilità dal contratto al termine del periodo di apprendistato (si applica, invece, la disciplina in materia di licenziamenti individuali), della estensione dei benefici contributivi per un ulteriore anno in caso di prosecuzione del rapporto di lavoro al termine del periodo di apprendistato. 

In materia di apprendistato over 29 per i percettori di disoccupazione, l'Inps ribadisce che l’assunzione si ritiene valida a far data dalla decorrenza della prestazione riconosciuta al lavoratore e, quindi, soltanto per le assunzioni di lavoratori che abbiano già ricevuto comunicazione dell’accoglimento della relativa domanda; non sono ritenute valide le assunzioni effettuate precedentemente alla data di decorrenza della prestazione riconosciuta al lavoratore. 


6. DECONTRIBUZIONE SUD

Per tutti i lavoratori impiegati nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia è stato previsto un esonero contributivo parziale, pari al:

  • 30% dei contributi previdenziali da versare fino al 31 dicembre 2025;
  • 20% dei contributi previdenziali da versare per gli anni 2026 e 2027;
  • 10% dei contributi previdenziali da versare per gli anni 2028 e 2029.


7. INCENTIVI ASSUNZIONI OVER 50

Si tratta di una agevolazione che prevede una riduzione dei contributi nella misura del 50% per 18 mesi, in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato. Per fruirne è necessario che la risorsa sia disoccupata da almeno 12 mesi


8. CRESCERE IN DIGITALE

Si tratta di un progetto attuato da Unioncamere in partnership con Google, promosso dall’ANPAL, volto a promuovere, attraverso l'acquisizione di competenze digitali, l'occupabilità di giovani che non studiano e non lavorano e investire sulle loro competenze per accompagnare le imprese nel mondo di internet.

Le aziende, iscrivendosi al portale https://www.crescereindigitale.it/imprese/, possono ospitare un tirocinante per 6 mesi e usufruire delle sue competenze in ambito digitale. Il costo del tirocinio, fisso di 500 euro, sarà interamente a carico di Unioncamere e di Google.


9. INCENTIVO IO LAVORO

L’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per un importo massimo di 8.060 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile per dodici mensilità a partire dalla data di assunzione/trasformazione.

La soglia massima di esonero della contribuzione datoriale riferita al periodo di paga mensile è, pertanto, pari a 671,66 euro (8.060 euro/12).  


10. BONUS ASSUNZIONI DECRETO AGOSTO

Il d.l. n. 104/2020 ha introdotto un nuovo incentivo per le aziende che assumono personale a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2020. Il bonus decreto agosto consiste in uno sgravio del 100% dei contributi per un periodo di 6 mesi e vale anche per la stabilizzazione di contratti a termine.


11. BONUS ASSUNZIONI REDDITO CITTADINANZA

L’agevolazione per le aziende che assumono i beneficiari del Reddito di Cittadinanza prevede l’esonero contributivo per il datore di lavoro. L’agevolazione non può superare i 780 euro al mese e ha durata variabile in base al periodo di fruizione del Reddito di Cittadinanza già goduto dal lavoratore. Possono altresì beneficiare gli Enti di formazione accreditati che collocano il beneficiario del Reddito di Cittadinanza in un'azienda privata, con contratto a tempo indeterminato: l'agevolazione prevista è pari a 390 euro mensili per minimo 6 mensilità.


12. INCENTIVO STUDENTI UNDER 30

Consiste nell’esonero totale dal versamento dei contributi a carico del datore di lavoro, nel limite massimo di 3.000 euro annui, per un periodo massimo di 36 mesi. Spetta per l’assunzione a tempo indeterminato, pieno o parziale, di giovani studenti che non abbiano compiuto il 30° anno di età e che, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, abbiano svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola lavoro o periodi di apprendistato.


13. INCENTIVO PER SOSTITUZIONE LAVORATORI IN CONGEDO

I datori di lavoro che assumono persone in sostituzione delle lavoratrici e dei lavoratori in congedo di maternità, paternità, parentale e per malattia del figlio, fino al compimento di un anno di età del minore o per un anno dall’accoglienza del minore, possono usufruire di uno sgravio contributivo del 50% per un massimo di 12 mesi.


14. BONUS DISABILI

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato persone con disabilità o ne trasformano il rapporto di lavoro a termine in tempo indeterminato, anche con orario part time, possono beneficiare dei seguenti incentivi, in base al grado di disabilità del lavoratore assunto:

  • 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, nel caso di lavoratori che abbiano una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o affetti da disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%;
  • 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per l’assunzione di persone con una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79%.


15. BONUS RIOCCUPAZIONE

Il bonus rioccupazione spetta ai datori di lavoro che assumono beneficiari dell’assegno di ricollocazione. Consiste in uno sconto del 50% dei contributi previdenziali, per un periodo da 12 a 18 mesi, fino a 4.030 euro l’anno


16. INCENTIVO PERCETTORI NASPI

Chi assume a tempo indeterminato i percettori della nuova assicurazione sociale per l’impiego può accedere ad un beneficio. L’importo è pari al 20% dell’indennità mensile che sarebbe stata corrisposta al lavoratore o alla lavoratrice per il periodo residuo di spettanza dell’indennità.


17. INCENTIVO PERCETTORI CIGS

Le imprese che assumono a tempo indeterminato persone che percepiscono la Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria da almeno 3 mesi, dipendenti di aziende che beneficiano di questa indennità da minimo 6 mesi, hanno diritto ad una contribuzione pari al 10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali per un anno e ad un contributo mensile pari al 50% dell’indennità di mobilità che sarebbe spettata al lavoratore per un periodo variabile in base all’età di quest’ultimo, come di seguito indicato:

  • 9 mesi per lavoratori fino a 50 anni;
  • 21 mesi per lavoratori over 50;
  • 33 mesi per lavoratori con più di 50 anni, che risiedono nelle aree del Mezzogiorno e in quelle ad alto tasso di disoccupazione.


        18. INCENTIVI PER ASSUNZIONI DI DETENUTIINTERNATI 

Si tratta di benefici contributivi erogati dall’INPS a favore delle cooperative sociali che impieghino detenuti e internati, ed ex degenti di ospedali psichiatrici giudiziari. Le agevolazioni sono rivolte anche alle aziende che organizzino attività produttive o di servizi all’interno degli istituti penitenziari, impiegando persone detenute o internate. L’agevolazione ha la forma di una riduzione dell’aliquota contributiva dovuta, nella misura del 95% dei contributi totali, fruibile fino a 18 o 24 mesi successivi alla cessazione dello stato detentivo, a seconda della tipologia di soggetto assunto.


Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati