Incentivi per produzione energia da fonti rinnovabili

Il Gal Terre del Nisseno eroga contributi a fondo perduto al fine di incentivare interventi per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole destinate alla produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili.

I beneficiari dell’operazione sono gli agricoltori (imprenditori agricoli) ed i coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività extra-agricola indirizzandola verso la produzione di energia da fonti rinnovabili, le persone fisiche, le microimprese e le piccole imprese.

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • ristrutturazione e miglioramento di beni immobili strettamente necessari ad ospitare gli impianti e annesse nuove costruzioni purché strettamente legate agli impianti di produzione di energia, la cui spesa ammissibile non potrà superare il 10% dell’importo di progetto;
  • opere murarie, edili e di scavo per la realizzazione delle reti di distribuzione;
  • acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature e forniture per la produzione di energia compresi quelli per la lavorazione e la trasformazione della materia prima;
  • acquisto di hardware e software necessari all’attività;
  • impianti di lavorazione di biomasse agro-forestali, purché inseriti nel processo di produzione di energia;
  • centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets, aventi potenza massima di 1 MW elettrico;
  • impianti per la produzione di energia da biomassa, aventi potenza inferiore ad 1 MW;
  • impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, aventi potenza massima di 200 kW per il fotovoltaico e di 60 kW per il minieolico, con divieto di realizzare impianti fotovoltaici a terra;
  • impianti a biogas di potenza massima di 250 kW alimentati da sottoprodotti e da biomassa residuale di origine agricola e/o agroindustriale e da colture non alimentari;
  • impianti ausiliari finalizzati alla realizzazione delle tipologie previste ai punti precedenti e impianti di co-generazione per la produzione combinata di elettricità e calore;
  • realizzazione e/o adeguamento di volumi tecnici e strutture necessari all’attività e di quanto necessario all’allacciamento alle linee elettriche.

Al di sotto della soglia minima di 30.000 euro l’iniziativa progettuale non può essere considerata ammissibile.

I beneficiari devono avere sede operativa in uno dei seguenti comuni del Gal Terre del Nisseno: Acquaviva Platani, Bompensiere, Butera, Caltanissetta, Campofranco, Delia, Marianopoli, Mazzarino, Milena, Montedoro, Mussomeli, Riesi, San Cataldo, Serradifalco, Sommatino, Sutera, Villalba.

L’importo massimo di sostegno concesso per ciascuna proposta progettuale è di 75.000 euro a fronte di un progetto pari ad una spesa complessiva di 100.000 euro + IVA; per progetti superiori a 100.000 euro la parte eccedente tale soglia rimane a totale carico del proponente.

Gli aiuti sono erogati in regime de minimis.

La dotazione finanziaria ammonta a 300.000 euro.

Le domande di contributo devono essere presentate attraverso il sistema SIAN a partire dal 15 aprile 2021 sino al 13 luglio 2021.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati