In arrivo ristori per turismo e strutture ricettive

La Regione Toscana ha approvato le linee guida per il bando che prevede contributi a fondo perduto per le strutture ricettive che hanno patito nel 2020 perdite di almeno il 30% sul fatturato e che interesserà le micro, piccole e medie imprese.

La misura di sostegno è parte di un pacchetto toscano più ampio, da 25.000.000 euro, varato a fine marzo e che interessa più categorie.

Al turismo sono destinati complessivamente 14.600.000 euro: un bando bis da 6.000.000 euro rivolto a taxisti, noleggiatori con conducente ed agenzie di viaggio (con priorità per chi era rimasto escluso dal click day e che sarà pubblicato questa settimana) e 8.600.000 euro della delibera di oggi che si tradurranno in ristori da 2.500 euro una tantum per villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, appartamenti vacanze e bed & breakfast, aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte. Per gli alberghi e i residence il contributo potrà essere anche superiore, fino a raddoppiare: dipenderà dalla percentuale di calo del fatturato rispetto allo stesso periodo del 2019. Con perdite superiori all’86% il ristoro sarà infatti di 5.000 euro, di 4.500 con cali superiori al 70%, 3.500 se di almeno il 55%, 3.000 euro se pari al 40% o superiori.

Dal bando sono esclusi agricampeggi, agriturismi e aree di sosta.

Per poter richiedere il contributo occorre non avere sospeso l’attività per oltre nove mesi tra il 1° marzo 2020 e il 28 febbraio 2021. 

Il bando sarà gestito da Sviluppo Toscana

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati