Covid19: sostegno alle strutture residenziali per anziani

La Provincia di Belluno intende fornire un contributo straordinario a fondo perduto per le spese di investimento alle strutture residenziali per anziani al fine di sostenere i servizi di prossimità di strutture adeguate all'assistenza extra ospedaliera delle persone anziane che rappresentano la fascia più vulnerabile della popolazione.

Possono beneficiare delle agevolazioni i soggetti pubblici o i soggetti privati che gestiscano le strutture residenziali per anziani rientranti nella definizione di PMI aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della provincia di Belluno.

L’impresa al momento della presentazione della domanda, a pena di inammissibilità, deve possedere i seguenti requisiti:

  • esercitare l’attività socio-assistenziale.
  • essere attive già alla data del 1° gennaio 2019
  • disporre di almeno una sede operativa nel territorio della provincia di Belluno.

Sono ammissibili a contributo i progetti relativi a interventi volti al miglioramento degli standard di sicurezza ai fini del contenimento dell’epidemia Covid- 19.

Sono ammesse al finanziamento le spese assunte a decorrere dal 1 agosto 2020, ed entro il termine di conclusione dell’intervento, per le seguenti tipologie di interventi:

  • ristrutturazione, manutenzione straordinaria ed ammodernamento e ampliamento di beni immobili finalizzati allo svolgimento delle attività;
  • macchinari, attrezzature nuove di fabbrica, impianti elettrici e di sicurezza;
  • arredi nuovi di fabbrica;
  • hardware, programmi informatici, interventi di innovazione digitale.

L’agevolazione è concessa nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • limite massimo pari all’80% della spesa ammissibile
  • contributo massimo di 67.000 euro, per ciascuna struttura residenziale gestita. Le spese che eccedano tale limite non sono considerate ai fini della determinazione del contributo
  • contributo minimo pari a 20.000 euro pari a una spesa ammissibile di 25.000 euro.

Le agevolazioni sono concesse secondo il regime de minimis e si tratta di aiuti cumulabili con altre iniziative di favore, purchè l’ammontare cumulato dei vari benefici non risulti superiore al costo sostenuto.

Il bando ha una dotazione finanziaria complessiva di 2.055.000 euro così suddivisa:

  • 1.720.000 euro quale finanziamento del Fondo comuni confinanti per le strutture aventi sede operativa nei territorio della provincia di Belluno con esclusione dei comuni di Belluno, Ponte nelle Alpi, Alpago, Limana
  • 335.000 euro quale finanziamento della Provincia di Belluno per le strutture aventi sede operativa nei comuni di Belluno, Ponte nelle Alpi, Alpago, Limana.

Le imprese presentano alla Provincia di Belluno le domande di contributo tramite pec all’indirizzo provincia.belluno@pecveneto.it entro le ore 12:00 del 26 novembre 2021.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati