Contributi comuni con santuari religiosi: via alle domande

L'Agenzia delle Entrate ha definito il contenuto informativo, le modalità e i termini di presentazione delle domande per il riconoscimento del contributo a fondo perduto previsto dal d.l. Agosto, come modificato dalla l.178/2020 e dal dl 41/2021, rivolto alle imprese ubicate nei Comuni dove sono situati Santuari religiosicon popolazione superiore a diecimila abitanti e che abbiano registrato presenze turistiche di cittadini residenti in paesi esteri in numero almeno tre volte superiore a quello dei residenti negli stessi comuni.

Le domande dovranno essere inviate da oggi 9 settembre e fino all'8 novembre 2021.

Il contributo, che non può superare i 150.000 euro, è stato previsto per le imprese e gli esercenti che svolgono attività di vendita di beni o servizi al pubblico nei centri storici (zone A o equipollenti) di comuni in cui sono situati santuari religiosi di seguito individuati:

  1. Sciacca
  2. Cortona
  3. Stezzano
  4. Bergamo
  5. Bologna
  6. Castenaso
  7. Comacchio
  8. Reggello
  9. Firenze
  10. San Giovanni Rotondo
  11. Savignano sul Rubicone
  12. Cesenatico
  13. Sestri Levante
  14. Rapallo
  15. Lavagna
  16. Arenzano
  17. Monfalcone
  18. Sanremo
  19. Bordighera
  20. Lerici
  21. La Spezia
  22. Pietrasanta
  23. Matera
  24. Milano
  25. Vico Equense
  26. Sorrento
  27. Pompei
  28. Massa Lubrense
  29. Forio
  30. Barano d'Ischia
  31. Arona
  32. Padova
  33. Cefalù
  34. Salsomaggiore Terme
  35. Preci
  36. Cascia
  37. Assisi
  38. Urbino
  39. Pisa
  40. Ragusa
  41. Ravenna
  42. Cervia
  43. Rimini
  44. Roma
  45. Capaccio Paestum
  46. Olbia
  47. Varazze
  48. Loano
  49. Finale Ligure
  50. Alassio
  51. Siena
  52. Montepulciano
  53. Siracusa
  54. Orvieto
  55. Venezia
  56. Caorle
  57. Verona
  58. Peschiera del Garda.

L’ammontare del contributo è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2019. 

Il contributo minimo in ogni caso è pari a 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

L’istanza è predisposta in modalità elettronica esclusivamente mediante un servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati