Covid19: aiuti alle imprese, autonomi e società sportive

Il Comune di Mareno di Piave eroga contributi a fondo perduto una tantum alle attività economiche che hanno subito un calo di fatturato per effetto dei provvedimenti nazionali e/o regionali emessi per contrastare il diffondersi della pandemia da COVID-19.

I soggetti destinatari sono le micro imprese iscritte nel Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio competente, sia in forma individuale che societaria, i lavoratori autonomi con partita IVA e le Società Sportive Dilettantistiche dedite all’esercizio di attività sportiva/palestra iscritte nel Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio competente e a condizione di non aver ricevuto contributi dal Comune di Mareno di Piave con riferimento all’anno 2020.

Sono richiesti i seguenti requisiti:

  • mantenimento negli anni 2019, 2020 una sede operativa/luogo di esercizio nel Comune di Mareno di Piave. La predetta localizzazione deve risultare dalla banca dati del Registro delle Imprese/Albo di appartenenza/Agenzia delle Entrate e può coincidere con la sede legale ovvero con un’unità locale;
  • risultare “attivi” alla data di presentazione della domanda;
  • avere meno di 10 occupati;
  • avere un fatturato annuo non superiore a 500.000 euro;
  • avere avuto una riduzione del proprio fatturato di almeno il 30% confrontando il periodo temporale compreso fra il 1° gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2020 rispetto al periodo compreso fra il 1° gennaio 2019 ed il 31 dicembre 2019. Detta riduzione di fatturato dovrà essere autocertificata nella domanda di contributo unitamente alla circostanza che il calo è dovuto all’emergenza sanitaria da COVID-19;
  • essere, al momento della presentazione della domanda, nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere in stato di liquidazione o di fallimento né essere soggetti a procedure concorsuali.

Per i soggetti che hanno avviato l’attività nel corso del 2019 la riduzione di fatturato si verifica confrontando il fatturato dei mesi di operatività del 2019 con quelli del 2020.

Per i soggetti che, invece, hanno avviato l’attività nel 2020, saranno considerati ammissibili esclusivamente le attività con codice Ateco prevalente 56.10, 56.30 e 96.02, prescindendo dal requisito del calo del fatturato.

Non sono ammessi i soggetti che hanno avviato l’attività nell’anno 2021.

L’ammontare del contributo a fondo perduto “una tantum” è di 1.000 euro fino ad esaurimento dei fondi disponibili. L’importo potrà essere incrementato e ripartito proporzionalmente, comunque fino all’importo massimo di 1.500 euro in relazione al numero di domande ammesse al contributo qualora l’ammontare dei contributi erogabili sia inferiore rispetto al fondo disponibile. 

I contributi sono concessi ai sensi e nei limiti della Sezione 3.1 del “Quadro temporaneo per le misure di Aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”.

Le risorse comunali ammontano a 120.000 euro.

Le domande di contributo devono essere presentate entro il 31 maggio 2021 tramite PEC all'indirizzo comune.marenodipiave.tv@pecveneto.it.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati