Covid19: sostegno pesca in acque interne

La Regione Friuli Venezia Giulia sostiene le imprese di pesca in acque interne per far fronte ai danni diretti e indiretti derivanti dall’emergenza da COVID-19 e per assicurare la continuità aziendale.

I beneficiari del contributo sono le imprese di pesca che esercitano l’attività di pesca professionale nelle acque interne del Friuli Venezia Giulia, in via prevalente con Codice ATECO 03.12 - Pesca in acque dolci - sia alla data del 3 giugno 2020 sia alla data di presentazione della domanda di contributo.

L’ambito di applicazione è rappresentato dall’intero territorio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

L’aiuto erogabile ad ogni singola impresa viene così determinato:

  • la prima parte del contributo viene attribuita a ciascuna impresa di pesca avente titolo, indipendentemente dalla tipologia di pesca praticata (pesca con bilancia fissa e/o altri metodi di pesca): 1.200 euro;
  • la seconda parte del contributo viene attribuita avuto riguardo alla riduzione del pescato registrato dall’impresa nell’anno 2020 rispetto all’anno 2019, come da dichiarazione resa dall’impresa ai sensi del D.P.R 28 dicembre 2000, n. 445: - riduzione del pescato maggiore del 30%: 500 euro.

Il contributo complessivo spettante a un’impresa può essere concesso fino a un limite massimo per ciascuna impresa pari a 120.000 euro così come previsto dal “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”.

Le domande di contributo possono essere presentate entro il 23 aprile 2021 esclusivamente, a mezzo PEC all’indirizzo agricoltura@certregione.fvg.it.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati