Aiuti start up che contribuiscono all'adattamento al Covid

Il Comune di Milano sostiene la creazione o il rafforzamento di startup innovative che contribuiscano alla realizzazione della strategia di adattamento “Milano 2020” attraverso lo sviluppo di prodotti e/o servizi con un elevato contenuto di innovazione.

I progetti dovranno svilupparsi sul territorio del Comune di Milano.

Potranno presentare proposte progettuali:

  • le startup innovative e le startup innovative a vocazione sociale, registrate nella sezione speciale del Registro Imprese della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi ed aventi sede operativa a Milano;
  • gli aspiranti imprenditori (cittadini italiani o di uno Stato Membro UE o in possesso di regolare permesso di soggiorno), ossia persone fisiche singole o in gruppo che, in caso di valutazione positiva della proposta progettuale, si impegnino a costituire e registrare nella sezione speciale del Registro Imprese della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi una nuova startup innovativa, o innovativa a vocazione sociale, con sede operativa a Milano, entro 90 giorni solari dalla determinazione di approvazione della graduatoria dei beneficiari. Le start up possono avere sede operativa in condivisione con altre imprese/organizzazioni già attive, in spazi di lavoro condiviso (incubatori, coworking, etc.) o presso uffici offerti in locazione temporanea in strutture collettive.

Non saranno considerate ammissibili proposte provenienti da raggruppamenti di imprese (es. ATI, RTI, reti di imprese).

I progetti potranno riguardare ogni ambito della vita sociale, economica e culturale della città, direttamente o indirettamente connessi alla realizzazione della strategia di adattamento “Milano2020”. Particolare attenzione verrà riservata alle proposte riguardanti i servizi alla salute sul territorio, i servizi digitali per cittadini e imprese, i sistemi di logistica per la distribuzione delle merci.

L'aiuto è pari all’80% del costo di progetto e, quindi, fino ad un massimo di 40.000 euro di contributi a fondo perduto in conto capitale. Per progetti di importo superiore il finanziamento massimo rimane pari a 40.000 euro.

Sono previsti, inoltre, contributi a fondo perduto per una quota fissa di 10.000 euro, per eventuali spese ammortizzabili di ricerca e sviluppo utili all’avviamento dell’attività, da acquisire esclusivamente presso uno degli incubatori certificati dal Ministero per lo Sviluppo Economico con sede a Milano2.

La candidatura deve essere presentata esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo plo.bandi@postacert.comune.milano.it, entro e non oltre le 10,00 del 1° dicembre 2020.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2020 - Tutti i diritti riservati