Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Proroga bando azioni di rete per il lavoro

La Regione Lombardia comunica la proroga al 31 marzo 2022 dell'avviso che finanzia azioni di rete rivolte a gruppi di lavoratori coinvolti in processi di crisi o in cerca di nuova occupazione con la finalità di ridurre l’impatto della crisi dovuta all’emergenza sanitaria sui territori interessati e favorire la transizione dei lavoratori verso nuove opportunità lavorative. L’obiettivo è da un lato supportare il mantenimento dei livelli occupazionali nei settori/filiere produttive più colpiti dalla crisi, dall’altro favorire la ripresa economica attraverso una riqualificazione dei lavoratori che verranno formati per una loro transizione verso i settori che risulteranno più produttivi.

La domanda per accedere al contributo deve essere presentata da un partenariato, con le seguenti caratteristiche:

  • il soggetto capofila deve necessariamente essere un operatore accreditato da Regione Lombardia ai servizi al lavoro;
  • la rete di partenariato deve comprendere almeno tre soggetti (incluso il capofila), tra quelli di seguito indicati:
    • operatori accreditati ai servizi al lavoro e/o di formazione, pubblici e privati;
    • centri per l’impiego;
    • aziende;
    • enti locali territoriali;
    • parti sociali;
    • distretti e metadistretti industriali;
    • distretti commerciali;
    • camere di commercio;
    • fondazioni grant making;
    • advisor o consulenti direzionali o di outplacement;
    • consulenti/società di outplacement;
    • organizzazioni del terzo settore;
    • operatori autorizzati nazionali;
    • agenzie per il lavoro (APL);
    • istituzioni scolastiche, formative e universitarie.

Sono ammessi a partecipare alle azioni le persone in cerca di nuova occupazione provenienti da una o più unità produttive/operative ubicate in Lombardia che, al momento dell’adesione al progetto, siano in possesso dei requisiti di seguito specificati:

  • occupati sospesi percettori di un ammortizzatore sociale in costanza di rapporto di lavoro, esclusivamente ove siano prevedibili degli esuberi;
  • disoccupati, residenti o domiciliati in Regione Lombardia, espulsi dal mercato del lavoro da aziende in crisi, percettori o meno di strumenti di sostegno al reddito, cessati da rapporto di lavoro di tipo subordinato.

La misura prevede:

  • una fase preliminare di erogazione dei servizi di accesso, orientamento e formazione, che sono funzionali a fornire alle persone le informazioni, le conoscenze, le competenze e le esperienze utili a ricollocarsi nel mondo del lavoro (riconosciuti a processo senza condizionalità);
  • una fase di assistenza intensiva, rappresentata alternativamente dai servizi di:
    • inserimento e avvio al lavoro (a risultato);
    • promozione e accompagnamento al tirocinio (a risultato);
    • accompagnamento all’avvio di impresa (a processo condizionato al risultato per il 30%).

Il progetto deve obbligatoriamente prevedere per tutti i lavoratori l’erogazione di almeno uno dei servizi di orientamento e di almeno uno dei servizi di assistenza intensiva. Il contributo massimo erogabile per ciascun progetto è definito in funzione del numero dei destinatari ed è pari a 250.000 euro

La domanda di accesso al contributo può essere presentata sulla piattaforma informativa Bandi On Line all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
Schede
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2022 - Tutti i diritti riservati