Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Sostegno e rilancio settore vitivinicolo

La Provincia autonoma di Trento eroga contributi straordinari per il sostegno e il rilancio del settore vitivinicolo ed enoturistico trentino.

Sono soggetti beneficiari le aziende del settore vitivinicolo e del settore vinicolo che esercitano attività enoturistica:

  • imprese agricole singole, come individuate dalla normativa statale e provinciale vigente;
  • le società costituite per la conduzione di imprese agricole come individuate al precedente punto.

I beneficiari devono avere una sede operativa in Provincia di Trento.

Le imprese che si trovavano già in difficoltà al 31 dicembre 2019 sono escluse.

Sono ammissibili a finanziamento le seguenti tipologie di iniziative:

  • interventi strutturali e altri interventi di ampliamento, ammodernamento, riqualificazione e rilancio dell’attività e di riorganizzazione degli spazi destinati all’attività enoturistica, (compresi il rinnovo e l’acquisto di arredamento ed attrezzature, la qualificazione o realizzazione di spazi esterni, di sale degustazione e didattiche, di punti vendita dei prodotti, interventi di miglioramento energetico e tecnologico, anche di spazi ad essi funzionali quali cucina, servizi igienici comuni, ripostigli, depositi/magazzini, banchi frigo, ). Sono compresi anche ampliamenti volumetrici edilizi;
  • interventi di riqualificazione ambientale, energetica e tecnologica dell’edificio e delle aree pertinenziali: sistemazioni facciate, parcheggi, sistemazione o realizzazione di spazi esterni, investimenti in fonti di energia rinnovabili per le esigenze aziendali. Sono ammissibili anche le spese per l’acquisto e l’installazione delle colonnine di ricarica elettrica per autovetture e biciclette;
  • interventi per il rilancio dell’attività enoturistica (spese per consulenze; spese per studio e realizzazione di materiale informativo e promozionale con relativi supporti anche tecnologici; spese per la strumentazione atta alle visite in vigna, ...); d. sono ammissibili le spese generali collegate ai costi eleggibili nel limite massimo del 12%, delle spese ammissibili sulle opere, secondo le seguenti articolazioni:
    • spese tecniche (inclusi contributi previdenziali) massimo 8% delle spese ammissibili sulle opere;
    • in caso di presentazione del Progetto Sicurezza dette percentuali possono essere aumentate di 2 punti percentuali;
    • sono altresì ammissibili ulteriori spese per perizie geologiche, perizie per inquinamento acustico, ecc..

La spesa minima ammissibile per ciascuna domanda è 10.000 euro, anche in fase di liquidazione del contributo.

Il contributo massimo concedibile è 100.000 euro. Il livello di agevolazione in rapporto alla spesa ammessa è pari al 50% delle spese ammissibili.

Le domande possono essere presentate dalla data del presente provvedimento dal giorno successivo all’approvazione del presente provvedimento fino al 15 novembre 2021 avvalendosi delle procedure informatizzate rese disponibili agli utenti sul portale https://srt.infotn.it.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
Schede
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati