Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Aiuti avviamento di attività extra agricole

Il GAL ISC Madonie eroga contributi a fondo perduto per promuovere nuova occupazione giovanile e femminile e per l’inserimento lavorativo di immigrati, al fine di ridurre i tassi di disoccupazione giovanile e favorire il ricambio generazionale nelle diverse filiere produttive.

Possono presentare domanda di contributo giovani di età compresa tra i 18 ed i 41 anni non compiuti al momento della presentazione dell’istanza -donne, senza limiti di età purché appartenente alle seguenti categorie:

  • agricoltori o coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività avviando attività extra-agricole;
  • micro e piccole imprese;
  • persone fisiche.

Le attività da avviare per beneficiare del sostegno della presente sottomisura riguardano i seguenti ambiti: produzione di energia da fonti rinnovabili per la vendita;

  • attività inerenti le T.I.C., attività informatiche ed elettroniche, e-commerce;
  • servizi per le aziende agricole, per la persona e la popolazione rurale;
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti artigianali e industriali non compresi nell’allegato I del Trattato.

In particolare può essere previsto un sostegno all’avviamento riguardante, a titolo esemplificativo:

  • oneri di costituzione delle micro imprese, incluse le spese notarili;
  • spese per la stipula della polizza fidejussoria;
  • software e servizi informatici strettamente connessi alle esigenze di avvio attività;
  • oneri per la fornitura di servizi qualificati, quali ad es. l’iscrizione a portali web e ad altre organizzazioni che prevedono il supporto commerciale riguardanti l’avvio attività;
  • oneri per avvio attività quali: studi fattibilità e supporto legale;
  • promozione e pubblicità della nuova attività;
  • analisi di mercato;
  • registrazione di brevetti di marchi nazionali ed internazionali;
  • oneri di tipo legale e finanziario strettamente connessi all’avvio delle attività;
  • consulenza di tipo organizzativo e tecnico;
  • formazione specifica per l’avvio dell’attività.

L’investimento deve avere almeno una spesa di 15.000 euro.

Gli interventi dovranno essere localizzati nel territorio del GAL Sicilia Centro Meridionale e precisamente nei seguenti comuni Alia, Alimena, Aliminusa, Blufi, Bompietro, Caccamo, Caltavuturo, Campofelice di Roccella, Castelbuono, Castellana Sicula, Cefalù, Cerda, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Lascari, Montemaggiore Belsito, Nicosia, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, Resuttano, Roccapalumba, San Mauro Casteleverde, Sciara, Scillato, Sclafani Bagni, Sperlinga, Termini Imerese, Valledolmo, Vallelunga Pratameno.

Il sostegno è concesso sotto forma di aiuto forfettario a fondo perduto pari a 20.000 euro.

Le risorse finanziarie ammontano a 200.000 euro.

La domanda di contributo deve essere presentata tramite il portale SIAN entro il 15 febbraio 2021.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
Schede
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati