Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Sostegno al passaggio generazionale aziendale

La Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno intende sostenere lo sviluppo delle imprese artigiane e preservare la scomparsa di mestieri e figure professionali artigiane “tradizionali”, creando al contempo opportunità occupazionali per le nuove generazioni. A tal fine promuove e supporta percorsi e processi di “passaggio generazionale aziendale”.

Possono beneficiare delle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese con sede legale/unità operativa nella provincia di Livorno o Grosseto, iscritte e attive dal 1° gennaio 2022 al Registro Imprese, annotate con la qualifica di IMPRESA ARTIGIANA (sezione speciale), che abbiano completato il “passaggio generazionale” entro e non oltre i 12 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda. Per “passaggio generazionale” si fa riferimento alla prosecuzione dell’attività svolta da imprese “originarie” iscritte al Registro delle Imprese come “imprese artigiane” (sezione speciale) ed attive da almeno 10 anni.

Le imprese potenziali beneficiarie potranno essere:

  • una nuova impresa iscritta al Registro delle Imprese a seguito di cessazione di attività da parte dell’impresa “originaria”;
  • l’impresa “originaria” stessa purché sia stata oggetto di una modifica della compagine sociale o amministrativa.

Inoltre, la prosecuzione dell’attività dell’impresa “originaria”, indipendentemente da quale sia la forma prescelta, dovrà avvenire da parte di almeno uno dei seguenti casi:

  • parente del titolare/socio dell’impresa “originaria” entro il 3° grado;
  • dipendente (inserito anche con la formula del contratto di apprendistato) presente da almeno 3 anni nell'organico dell'impresa “originaria”.

L’impresa beneficiaria dovrà avere lo stesso codice ATECO, primario o secondario, dell’impresa “originaria”.

Sono ammissibili le spese funzionalmente correlate all'attuazione di un progetto di ricambio generazionale ed alla fase di start up iniziale, sostenute nei 12 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda di contributo (fa fede la data di emissione della fattura), quali, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo:

  1. oneri funzionali e correlati al passaggio generazionale d'impresa (spese notarili, ecc.);
  2. canone di affitto ramo di azienda;
  3. spese di registrazione di marchi, brevetti e disegni, certificazioni;
  4. acquisto di beni e servizi per la digitalizzazione dell’impresa (p.e. software, hardware, tecnologie wireless, sviluppo siti web e e-commerce, ecc.);
  5. canone affitto (massimo 12 mesi);
  6. spese per acquisto di nuovi macchinari, impianti, attrezzature e beni immateriali funzionali alla nuova gestione aziendale e al piano di sviluppo e non rientranti nel contratto di cessione, donazione o trasformazione;
  7. spese legate ai processi di innovazione di processo/prodotto (per esempio test di prova, test in laboratorio, realizzazione prototipi, collaudi finali, ecc.);
  8. spese per la formazione obbligatoria e/o professionale e/o qualificazione del/i titolari e/o soci e/o dipendenti dell’impresa subentrante nell’attività;
  9. spese di consulenza (organizzativa, finanziaria, commerciale, tecnica, temporary management) per la fase di avvio del programma di ricambio generazionale della durata massima di sei mesi;
  10. spese di marketing e comunicazione.

Le spese di cui ai punti h), i), j) saranno ritenute ammissibili nel limite massimo del 10% del totale delle spese ammissibili.

L’investimento minimo per partecipare al bando è fissato in 3.000 euro e deve essere realizzato nella sede e/o unità locale situate nel territorio di competenza della Camera della Maremma e del Tirreno.

Il bando prevede l’erogazione di un voucher a fondo perduto pari al 70% delle spese sostenute e ritenute ammissibili (al netto di IVA) e comunque fino ad un massimo di 5.000 euro euro.

Sarà riconosciuta una premialità aggiuntiva pari al 5% del contributo, nel caso in cui il soggetto titolare della nuova impresa sia nato dopo il 1° gennaio 1993. E' riconosciuta una premialità di 250 euro aggiuntiva al contributo alle imprese in possesso di rating di legalità. 

Le domande devono essere presentate tramite invio TELEMATICO dal sito web www.registroimprese.it dalle 11.00 dell'8 giugno 2022 e sino alle 23.59 del 30 novembre 2022.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
Schede
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2022 - Tutti i diritti riservati