Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Contributi per promozione vino su mercati esteri

La Regione Marche ha pubblicato un bando per la concessione di contributi finalizzati ad incentivare la promozione dei vini sui mercati esteri.

Le richieste di contributo possono essere inoltrate da:

  • organizzazioni professionali, purché abbiano - tra i loro scopi - la promozione dei prodotti agricoli;
  • organizzazioni di produttori di vino
  • associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  • organizzazioni interprofessionali;
  • consorzi di tutela e le loro associazioni e federazioni;
  • produttori di vino, cioè imprese, singole o associate, in regola con la
    presentazione delle dichiarazioni vitivinicole nell’ultimo triennio, che abbiano
    ottenuto i prodotti da promuovere dalla trasformazione dei prodotti a monte del vino, propri o acquistati e/o che commercializzano vino di propria produzione o di imprese ad esse associate o controllate;
  • soggetti pubblici, cioè organismi aventi personalità giuridica di diritto pubblico (ente pubblico) o personalità giuridica di diritto privato (società di capitale pubblico di esclusiva proprietà pubblica), con esclusione delle Amministrazioni governative centrali, Regioni, Province Autonome e Comuni, con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  • associazioni temporanee di impresa e di scopo, costituende o costituite; 
  • consorzi, associazioni, federazioni e società cooperative
  • reti di impresa

Il progetto deve:

  • prevedere la promozione delle seguenti categorie di vini confezionati:
    • vini a denominazione di origine protetta;
    • vini a indicazione geografica protetta;
    • vini spumanti di qualità;
    • vini spumanti di qualità aromatici;
    • vini con l’indicazione della varietà;
  • avere una durata massima di 9 mesi.

Il contributo è concesso per le seguenti azioni da attuare in uno o più Paesi terzi o mercati dei Paesi terzi:

  • azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità, che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in particolare in termini di qualità, sicurezza alimentare o ambiente;
  • partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
  • campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell’Unione;
  • studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione

Sono ammissibili al sostegno le spese sostenute dai beneficiari a decorrere dal 1° aprile 2021.

Il contributo massimo richiedibile per ciascuna domanda non può superare 1.000.000 euro, a prescindere dall'importo totale del progetto presentato.

Il contributo minimo ammissibile per ciascuna domanda non può essere inferiore a:

  • 100.000 euro, qualora il progetto sia destinato ad un solo Paese terzo o mercato del Paese terzo,
  • 20.000 euro per Paese terzo o per mercato del Paese terzo, qualora il progetto sia destinato a più Paesi terzi o a più mercati di Paesi terzi fermo restando il limite minimo complessivo per progetto di 100.000 euro di contributo.

L'istanza, indirizzata è presentata su SIAR entro le 13.00 del 1° dicembre 2020.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
Schede
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati