Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Procedura Negoziale per sostegno investimenti (Strumento Finanziario Negoziale - S.Fi.N)

Regione Campania
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

Possono presentare domanda le piccole, medie e grandi imprese, in forma singola o aggregata in rete di imprese, con un numero di imprese aggregate non superiore a 4, e con sede operativa nel territorio campano.

Per le imprese che non hanno sede/unità operativa nella Regione Campania al momento della domanda, detto requisito deve sussistere al momento del primo pagamento dell’aiuto concesso.

Tali imprese devono operare nei seguenti settori:

  • aerospazio;
  • automotive e cantieristica;
  • agroalimentare;
  • abbigliamento e moda;
  • biotecnologie;
  • ICT;
  • energia e ambiente;
  • turismo.

Le imprese ammesse devono rientrare in una delle seguenti categorie ATECO:

  • B - estrazione di minerali da cave e miniere ad esclusione della divisione 05 (estrazione di carbone, esclusa torba);
  • C - attività manifatturiere;
  • E - fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento, limitatamente a:
    • attività di cui alla categoria 37.00 - raccolta e depurazione delle acque di scarico, limitatamente al trattamento delle acque reflue di origine industriale tramite processi fisici, chimici e biologici come diluizione, screening, filtraggio, sedimentazione ecc.;
    • attività di cui al gruppo 38.2 - trattamento e smaltimento dei rifiuti, limitatamente ai rifiuti speciali di origine industriale e commerciale;
    • attività di cui alla classe 38.32 - Recupero e cernita dei materiali limitatamente ai rifiuti speciali di origine industriale e commerciale;
  • G - commercio all'ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli, ad esclusione dei gruppi:
    • 47.8 - commercio al dettaglio ambulante,
    • 47.9 - commercio al dettaglio al di fuori di negozi, banchi e mercati;
  • H - trasporto e magazzinaggio, limitatamente a:
    • 49.32 - trasporto con taxi;
    • 49.42 - servizi di trasloco;
    • 49.5 - trasporto mediante condotte;
    • 51.22 - trasporto spaziale.
  • I - attività dei servizi di alloggio e di ristorazione, ad esclusione del gruppo 56.10.4 (ristorazione ambulante e gelaterie ambulanti);
  • J - servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 (attività di programmazione e trasmissione);
  • M - attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • N -  noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente ai gruppi:
    • 80.1 - servizi di vigilanza privata;
    • 82.2 - attività dei call center;
    • 82.92 - attività di imballaggio e confezionamento per conto terzi
  • O - amministrazione pubblica e difesa, assicurazione sociale obbligatoria;
  • Q - sanità e assistenza sociale;
  • R - attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento, con esclusione della divisione 92 (attività riguardanti lotterie, scommesse, case da gioco);
  • S -  altre attività di servizi, limitatamente alle categorie:
    • 96.01.1 - attività di lavanderie industriali;
    • 96.04 - servizi dei centri per il benessere fisico;
  • T- attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico, produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze;
  • U- organizzazione ed organismi extraterritoriali.

Per la lista dettagliata degli ATECO ammessi clicca qui. Eventuali altre attività saranno valutate nel loro collegamento progettuale ai settori strategici.

Possono partecipare le imprese che intendono realizzare programmi di investimento concernenti unità locali ubicate e da ubicare sull’intero territorio regionale. Prevista la riserva di una specifica dotazione finanziaria per gli investimenti effettuati nei Comuni riconosciuti come Area di crisi industriali:

  • Comuni del Polo Acerra – Marcianise – Airola:
    Acerra,
    Airola,
    Arzano,
    Caivano,
    Carinaro,
    Casandrino,
    Casavatore,
    Caserta Zona ASI,
    Casoria,
    Frattamaggiore,
    Gricignano,
    Grumo Nevano,
    Marcianise,
    Montesarchio,
    Nola,
    Somma Vesuviana,
    Teverola
  • Comuni del Polo Castellammare – Torre Annunziata:
    Castellammare di Stabia,
    Napoli Orientale (Area SIN)
    Torre Annunziata
  • Comuni del Polo Battipaglia – Solofra
    Battipaglia,
    Pontecagnano,
    Salerno Zona Ind. Asi – Zona Cens. 65160001180,
    Solofra
Dimensione impresa
PMI, Grande
Ambito territoriale
Iniziative
Innovazione aziendale, Sviluppo aziendale
Investimenti
Investimenti produttivi materiali, Acquisto Attrezzature, Impianti, Macchinari, Hardware, Investimenti produttivi immateriali, Software, Consulenze, Altro
Interventi ammissibili e spese agevolabili

I progetti ammissibili prevedono investimenti materiali e/o immateriali, concernenti:

  • la realizzazione o l'ampliamento di unità produttive nuove o esistenti;
  • la diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente;
  • l'acquisizione di una unità produttiva esistente;
  • un cambiamento del processo di produzione complessivo di una unità produttiva esistente;
  • il potenziamento dell'offerta turistica; 
  • interventi di energy saving;
  • interventi straordinari per emergenza Covid-19: adeguamento e messa in sicurezza degli spazi aziendali, impianti, macchinari ed attrezzature in linea con la normativa emergenziale, realizzazione di nuovi impianti di climatizzazione, ventilazione e aerazione ai fini di abbattere e diminuire il rischio di diffusione del virus, investimenti per l’acquisto di nuove tecnologie per il potenziamento dei sistemi di digitalizzazione delle funzioni aziendali e dell’utilizzo da remoto, l’implementazione digitale delle strategie di commercializzazione con particolare riferimento all’e-commerce.

Sono ammissibili all'agevolazione le seguenti spese:

  • suolo aziendale e sue sistemazioni, nella misura massima del 5% dell'importo complessivo ammissibile;
  • fabbricati, opere murarie e assimilate, nella misura massima del 40% dell'importo complessivo ammissibile, ad eccezione del settore turistico per il quale sono ammessi sino al 70%;
  • macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica;
  • programmi informatici, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi; per le grandi imprese, tali spese sono ammissibili fino al 50% dell'importo complessivo ammissibile;
  • per le sole PMI sono ammissibili anche le spese relative a consulenze nella misura massima del 4% dell'importo agevolabile.

I progetti ammissibili presentati dalle imprese devono contenere un programma di investimento non inferiore a 500.000 euro e non superiore a 3.000.000 euro.

Nel caso di aggregazioni (fino a un massimo di 4 soggetti proponenti) l’investimento ammissibile per singola impresa deve risultare non inferiore a 250 mila euro.

Gli investimenti devono essere avviati dopo la presentazione della domanda di finanziamento e conclusi entro 30 mesi dalla data dell’atto di concessione, ma comunque entro e non oltre giugno 2023.

Tipo di contributo
Contributo a fondo perduto, Finanziamento a tasso agevolato
Modalità erogazione contributo

La procedura negoziale è istituita come strumento misto che comprende contributi diretti alla spesa in investimenti fissi e finanziamenti agevolati in combinazione con la concessione di garanzie pubbliche concesse su prestiti finalizzati all’attivo circolante correlato agli investimenti fissi.

L'aiuto regionale concesso è un contributo a fondo perduto di:

  • intensità massima del 35% alle piccole imprese,
  • intensità massima del 30% alle medie imprese,
  • intensità massima del 20% alle grandi imprese.

Contributo a fondo perduto agli interessi pari al tasso di interesse del Finanziamento Agevolato calcolato su un piano convenzionale di ammortamento, con rate semestrali costanti posticipate scadenti il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno, di importo, durata e periodo di preammortamento corrispondenti a ciascuna tranche del Finanziamento Agevolato concesso, e comunque non superiore all’ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso dell’1,5% sul medesimo piano di ammortamento, nonché nei limiti delle intensità massime di aiuto.

Alle risorse regionali, si affianca il fondo rotativo per il sostegno alle imprese (FRI) di Cassa Depositi e Prestiti, che concede un finanziamento agevolato a tasso definito e nella misura minima del 25% e massima del 40% degli investimenti fissi agevolabili.

Il finanziamento agevolato è concedibile se c'è un finanziamento bancario associato, a medio/lungo termine, a tasso di mercato, di uguale importo, nella misura minima del 25% e massima del 40% degli investimenti fissi agevolabili.

Il finanziamento agevolato e quello bancario hanno una durata compresa tra 4 e 10 anni, incluso preammortamento, decorrenti dalla stipula del contratto di finanziamento. Il tasso da applicare al finanziamento bancario sarà concordato liberamente tra la banca finanziatrice e il beneficiario. 

Per le sole PMI, è prevista una garanzia su finanziamenti a breve/medio termine, a tasso di mercato, relativi agli investimenti in capitale circolante: tale finanziamento sarà direttamente garantito, fino al 90% del suo importo da un Fondo costituito con risorse regionali e gestito da un Confidi, selezionato a mezzo di avviso pubblico.

Tale sostegno è concesso in regime di esenzione.

Le risorse stanziate ammontano complessivamente a 91.000.000 euro. 

Cumulabilità
Modalità di partecipazione

Ciascuna impresa sia in forma singola che aggregata, può presentare una sola domanda.

E’ possibile registrarsi nell’apposita sezione del sito e scaricare la relativa modulistica dal giorno 13 luglio 2020.

Dalle 10:00 del 15 luglio è possibile compilare la domanda.

Il termine per l'invio delle istanze è stato prorogato alle ore 12:00 del 10 settembre 2020.

Per effetto dell'esaurimento risorse, il bando è sospeso dal 15 maggio 2021.

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti
News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati