Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Moratoria Regionale 2019

Regione Lombardia
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

Possono presentare domanda di Moratoria Regionale le imprese, i Comuni e più in generale, tutti i soggetti compresi quelli che non esercitano attività di impresa che:

  • abbiano in essere un finanziamento a valere sulle misure agevolative regionali elencate;
  • alla data della presentazione della domanda risultino “in bonis” e, pertanto, non abbiano posizioni debitorie classificate da Finlombarda S.p.A. come esposizioni non-performing,  ripartite nelle categorie delle sofferenze, inadempienze probabili, esposizioni scadute e/o sconfinanti deteriorate;
  • che non siano sottoposte ad alcuna delle procedure concorsuali di cui alla legge fallimentare e ss.mm.ii., non abbiamo emesso assegni ed effetti protestati negli ultimi 5 anni e nei confronti delle quali non si rilevino eventi pregiudizievoli da conservatoria (ipoteche legali, ipoteche giudiziali, decreti ingiuntivi, pignoramenti immobiliari ecc.).
Dimensione impresa
Micro, PMI, Grande
Ambito territoriale
Iniziative
Liquidità aziendale
Investimenti
Liquidità aziendale
Interventi ammissibili e spese agevolabili

La Regione Lombardia disciplina le condizioni e le modalità di attuazione dell’Accordo per il Credito 2019 e della Moratoria Regionale 2019 con la finalità di poter ottenere la sospensione della rata di capitale o l’allungamento della scadenza relativamente ad un finanziamento a valere sulle seguenti misure agevolative regionali (di seguito “Moratoria Regionale”):

Tipo di contributo
Altro
Modalità erogazione contributo

Possono essere ammessi i finanziamenti che rispettino tutte le seguenti condizioni:

  • finanziamenti in essere al 31 gennaio 2020 e a valere sulle misure agevolative regionali sopra elencate. Le rate di tali finanziamenti possono essere già scadute (non pagate o pagate solo parzialmente) da non più di 90 giorni alla data di presentazione della domanda da parte della Pmi;
  • finanziamenti già erogati a saldo ed in ammortamento;
  • finanziamenti per i quali non sia stata già concessa la sospensione della rata di capitale o l’allungamento della scadenza nell’arco dei 24 mesi precedenti la data di presentazione della domanda, ad eccezione delle facilitazioni della specie concesse ex lege in via generale.

L’agevolazione connessa al finanziamento oggetto della domanda di Moratoria Regionale, qualora comportasse una variazione in aumento di equivalente sovvenzione lordo rispetto alla misura esistente, è concessa nell’ambito del Regolamento de minimis, salvo diverso successivo inquadramento da adottare con provvedimento regionale.

Sono ammissibili alla sospensione del pagamento della quota capitale per un periodo massimo di 12 mesi i finanziamenti a medio-lungo termine (escluse le operazioni di leasing finanziario).

Le operazioni di sospensione delle rate di capitale sono realizzate con le seguenti condizioni e modalità:

  • qualora il finanziamento sia assistito da garanzie, l’estensione di queste ultime per il periodo di ammortamento aggiuntivo è condizione necessaria per la realizzazione dell’operazione; 
  • le operazioni di sospensione non comportano l’applicazione di commissioni e spese di istruttoria, salvo eventuali costi sostenuti da Finlombarda nei confronti di terzi ai fini della realizzazione delle operazioni di sospensione;
  • le operazioni di sospensione non comportano un aumento dei tassi di interesse praticati rispetto al contratto originario;
  • le operazioni di sospensione vengono effettuate senza richiesta di garanzie aggiuntive;
  • le operazioni di sospensione determinano la traslazione del piano di ammortamento per un periodo corrispondente alla durata della sospensione e gli interessi sul capitale sospeso sono corrisposti alle scadenze originarie.

Sono ammissibili all’allungamento della scadenza, per un periodo massimo pari al 100% della durata residua del piano di ammortamento e comunque non superiore ai 5 anni, i finanziamenti a medio-lungo termine (escluse le operazioni di leasing finanziario).

Le operazioni di allungamento della durata dei finanziamenti sono realizzate con le seguenti condizioni e modalità:

  • l’Impresa o il Comune può richiedere l’allungamento solo al termine dell’eventuale periodo di sospensione dell’ammortamento del mutuo già deliberato in precedenza;
  • le operazioni di allungamento non comportano un aumento dei tassi di interesse praticati rispetto al contratto originario;
  • le operazioni di allungamento della durata non comportano l’applicazione di commissioni e spese di istruttoria, salvo eventuali costi sostenuti da Finlombarda S.p.A. nei confronti di terzi ai fini della realizzazione delle operazioni di allungamento;
  • le operazioni di allungamento dei termini vengono effettuate, previa estensione della durata delle eventuali garanzie esistenti e senza richiesta di garanzie aggiuntive.
Cumulabilità
Modalità di partecipazione

Le domande di accesso alla Moratoria Regionale potranno essere presentate sino al 31 dicembre 2020. Tale termine è prorogato al 30 giugno 2021 per le sole domande di allungamento della scadenza qualora al 31 dicembre 2020 il finanziamento per il quale si presenta domanda di dovesse trovarsi ancora in fase di sospensione.

Per le sole domande di sospensione della rata è possibile presentare domanda di partecipazione sino al 31 marzo 2021.

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti
News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati