Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Esenzione IRAP per nuove iniziative produttive (L.r. 11/20)

Regione Puglia
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

Possono beneficiare dell’iniziativa le nuove iniziative produttive intraprese sul territorio della Regione Puglia nel periodo compreso tra il 30 marzo 2020 e il 31 dicembre 2020.

Sono ammessi a beneficiare dell’esenzione fiscale le società e gli enti, le società in nome collettivo e in accomandita semplice e quelle ad esse equiparate, le persone fisiche, le società semplici e quelle ad esse equiparate, esercenti le attività imprenditoriali che rientrano nelle categorie economiche del turismo, delle attività manifatturiere, della ricerca e tecnologia ed individuati dai Codici ATECO 2007, in particolare contraddistinti dalle seguenti “Divisioni”: 10, 11, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 20, 21, 22, 23, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, 41, 42, 43, 55, 56, 59, 62, 63, 72, 79, 90, 93, 95 e 96.

Qualora la medesima impresa svolga attività diversificate, rientranti in differenti tipologie, potrà beneficiare delle agevolazioni solamente in relazione alla quota di attività riferita ai codici ATECO agevolati.

Dimensione impresa
Micro, PMI, Grande
Ambito territoriale
Iniziative
Nuove imprese, Sviluppo aziendale
Investimenti
Investimenti produttivi materiali, Avvio nuova impresa
Interventi ammissibili e spese agevolabili

Per nuova iniziativa produttiva s’intende:

  1. l’attività che viene svolta, per la prima volta, nel territorio della Regione Puglia ed avviata contestualmente o successivamente alla richiesta di iscrizione di una nuova impresa presso il Registro delle Imprese tenuto dalla competente Camera di Commercio;
  2. l’attività avviata per il tramite di un nuovo insediamento produttivo (localizzazione) sul territorio regionale da parte di un’impresa già avente sede legale in un ambito territoriale diverso da quello della Puglia;
  3. l’attività avviata per il tramite di un nuovo insediamento produttivo (localizzazione) sul territorio regionale da parte di un’impresa già avente sede legale in Puglia.

Riguardo alla lettera a), ai fini della valutazione del requisito della “novità” dell’impresa rileva l’avvenuta annotazione nel Registro delle Imprese della relativa richiesta presentata alla competente Camera di Commercio, dalla cui certificazione si evinca che l’iscrizione della nuova impresa e l’avvio della corrispondente attività sia avvenuto nell’arco temporale compreso tra il 30 marzo 2020 e il 31 dicembre 2020. Nel concetto di impresa “nuova” rientrano anche le attività già esistenti sul territorio regionale, la cui titolarità sia mutata in capo ad un nuovo soggetto. La “novità” dell’impresa in questo caso risiede nelle caratteristiche del titolare dell’impresa al quale devono corrispondere una nuova partita IVA, un nuovo codice fiscale ed una nuova iscrizione al Registro Imprese attraverso l’attribuzione di un nuovo numero di R.E.A.

Ai fini delle lettere b) e c), devono intendersi ricomprese nella sfera operativa dell’agevolazione in oggetto anche le imprese iscritte nel “Registro delle Imprese” prima del 30 marzo 2020, ma che hanno avviato l’attività solo successivamente alla predetta data.

Sono esenti dall’imposta i trasferimenti di azienda o di rami aziendali, di azioni e quote sociali, che si realizzino mediante disposizioni mortis causa a favore dei discendenti e/o del coniuge dell’imprenditore o del titolare di partecipazioni, a condizione che vengano rispettate le seguenti condizioni poste dall’art. 3.9 a pag. 3 dell’avviso.

Tipo di contributo
Sgravi contributivi
Modalità erogazione contributo

L’agevolazione fiscale prevede l’esenzione integrale dal pagamento dell’IRAP per le nuove iniziative produttive avviate sul territorio della Regione Puglia. L’esenzione è concessa mediante azzeramento delle aliquote IRAP: l’esenzione è valida per il periodo d’imposta di inizio dell’attività e per i quattro anni successivi, intesi come periodi d’imposta consecutivi. Per periodo di imposta si deve intendere l’arco temporale che si configura come tale ai fini dell’applicazione dell’IRAP.

L’esenzione si applica nel rispetto del regolamento de minimis.

Cumulabilità
Modalità di partecipazione

La richiesta di accesso all’esenzione IRAP deve essere effettuata in sede di dichiarazione annuale IRAP, da presentarsi relativamente al periodo d’imposta 2020.

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti
News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati