Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Finanziamenti per ristrutturazione finanziaria e/o consolidamento di passività

Irfis Sicilia
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Ateco
Destinatari

I destinatari sono le imprese operanti in Sicilia, anche con sede all’estero (UE), con esclusione delle società cooperative e imprese artigiane, limitatamente alle passività connesse alle attività svolte in Sicilia.

Dimensione impresa
Micro, Piccola, Media, Grande
Ambito territoriale
Iniziative
Liquidità aziendale
Investimenti
Accise, Canone di locazione, Sostegno al credito, Garanzie, Patrimonializzazione, Risarcimento danni
Interventi ammissibili e spese agevolabili

L’obiettivo della misura è quello del riequilibrio finanziario e patrimoniale e/o del risanamento aziendale.

L’agevolazione riguarda per il consolidamento delle passività i debiti a breve termine verso il sistema bancario e finanziario.

Nell’ambito della ristrutturazione finanziaria, a titolo esemplificativo ma non esaustivo:

  • debiti verso l’erario che non possano trovare con questi forme di rateizzazione/rottamazione;
  • debiti a breve verso i fornitori;
  • debiti verso dipendenti;
  • debiti verso enti creditizi che non riescono ad essere ristrutturati con gli stessi.

La data di consolidamento delle passività al quale fare riferimento è il 30 giugno dell’esercizio corrente per le domande presentate durante il 2° semestre, e il 31 dicembre dell’esercizio precedente per le domande presentate nel 1° semestre.

È prevista la corresponsione alla Irfis di una commissione una tantum, pari all’1,25% dell’importo erogato a carico dell’impresa beneficiaria.

Tipo di contributo
Finanziamento a tasso agevolato
Modalità erogazione contributo

Potrà essere concesso il finanziamento solo in condivisione con terze banche/ istituzioni finanziari, per i seguenti importi:

  • sino al 50%, con il limite di 500.000 euro dell’esposizione per passività;
  • per importi superiori, sino al 30% dell’esposizione per passività verso il sistema creditizio, con il limite massimo di 1.000 euro.

La durata dell’operazione dovrà essere sino ad un massimo di 5 anni per il consolidamento delle passività e di massimo 10 anni per la ristrutturazione finanziaria.

Il finanziamento concesso per la quota a valere sul Fondo Sicilia può essere assistito da garanzie reali aziendali e/o extraziendali commisurate all’entità del finanziamento, ovvero da garanzie consortili integrative nella misura massima del 50% e da altre garanzie.

L’agevolazione è concessa in regime de minimis.

E’ riservato un plafond di 2 milioni di euro per ciascuna delle seguenti categorie:

  • imprese giovanili;
  • start-up;
  • imprenditoria femminile;
  • imprese di innovazione e industria 4.0;
  • microcredito.

Un milione di euro invece è il plafond riservato per le imprese vittime di usura ed estorsione.

Cumulabilità
Modalità di partecipazione

Le domande saranno ricevute secondo il procedimento valutativo a sportello e dovranno essere presentate via PEC all’indirizzo fondosicilia@pec.irfis.it; i documenti potranno essere inviati a mezzo posta raccomandata all’indirizzo Irfis-FinSicilia – via G. Bonanno 47 – 90143 Palermo.

La Irfis Finsicilia gestore del Fondo Sicilia rende noto che sono pervenute istanze per importi superiori alle effettive disponibilità. Conseguentemente, si precisa che le istanze già presentate e ancora incomplete, nonché quelle che ulteriormente perverranno, saranno istruite con scorrimento man mano che si formeranno nuovamente le disponibilità di risorse, sia per effetto dei rientri dei finanziamenti prima concessi, sia per eventuali nuovi stanziamenti.

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti
News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2022 - Tutti i diritti riservati