Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Garanzie per l'accesso al credito (Fondo Regionale di Finanza Inclusiva)

Regione Sardegna
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

Possono beneficiare dell’iniziativa:

  • soggetti, siano essi un’impresa, un’agenzia formativa, una cooperativa sociale, un’organizzazione del terzo settore, FLAG o GAL, con difficoltà di accesso al credito e a rischio di esclusione finanziaria, beneficiari di “contributi o finanziamenti pubblici” e incentivi alle assunzioni previsti dal programma LavoRAS, per la cui erogazione, a qualsiasi titolo, è richiesta da parte dell’Amministrazione Pubblica la presentazione di una polizza fideiussoria o fideiussione bancaria;
  • soggetti con difficoltà di accesso al credito che desiderino avviare un’attività imprenditoriale non supportata finanziariamente da un intervento agevolativo pubblico.

Possono accedere all’intervento i soggetti che:

  • siano microimprese, piccole e medie imprese (PMI);
  • non siano attive nei settori esclusi dal regolamento de minimis;
  • abbiano una sede operativa nel territorio della Regione Autonoma della Sardegna o intendano aprirla.

Possono presentare domanda di accesso al Fondo come soggetti garanti o soggetti finanziatori di un’iniziativa imprenditoriale:

  • le banche iscritte all’albo;
  • le imprese di assicurazione aventi sede legale in Italia e iscritte nell’elenco delle imprese autorizzate all’esercizio del ramo cauzioni presso l’IVAAS;
  • gli intermediari finanziari iscritti all’Albo unico degli Intermediari finanziari
  • i confidi iscritti nell’apposita sezione speciale dal Testo Unico Bancario.
Dimensione impresa
Micro, PMI
Ambito territoriale
Iniziative
Liquidità aziendale
Investimenti
Liquidità aziendale, Avvio nuova impresa
Interventi ammissibili e spese agevolabili

ll Fondo Regionale di Finanza Inclusiva opererà secondo una delle seguenti modalità di intervento:

  • rilascio di controgaranzia a favore di intermediari finanziari (Banche, assicurazioni, altro intermediario finanziario) a condizione che abbiano a propria volta rilasciato una fideiussione/polizza fideiussoria pari alla quota di contributo o finanziamento pubblico richiesto a titolo di anticipazione/acconto ai beneficiari;
  • rilascio di garanzie dirette per i benficiari;
  • rilascio di garanzie dirette a favore delle banche o società di leasing finanziatrici della nuova iniziativa imprenditoriale intrapresa. In tal caso si potrà intervenire su operazioni finanziarie di importo non inferiore a 5.000 euro, non superiore a 100.000 euro e di durata non superiore a 60 mesi.
Tipo di contributo
Concessione di garanzie
Modalità erogazione contributo

La misura massima dell’intervento è così stabilita:

  • per le fideiussioni rilasciate da intermediari finanziari (banche, assicurazioni, altro intermediario finanziario) di importo pari all’ammontare dell’anticipazione/acconto richiesto, la garanzia sarà pari all’80% dell’ammontare della fideiussione;
  • per le fideiussioni rilasciate direttamente dal soggetto gestore a valere sulle risorse del fondo, la garanzia non assiste più dell'80% del prestito concesso (o di un'altra obbligazione finanziaria).

L’entità agevolativa è calcolata in ESL (equivalente sovvenzione lorda).

Il beneficiario potrà scegliere se richiedere che il finanziamento sia concesso in regime de minimis o in regime di esenzione.

In entrambi i casi l'Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL) sarà calcolato sulla base del tasso di riferimento e di attualizzazione stabilito dalla Commissione Europea, in vigore alla data del provvedimento di concessione e in ottemperanza a quanto stabilito nel metodo nazionale per calcolare l’elemento di aiuto nelle garanzie a favore delle PMI.

Le garanzie prestate dal fondo sono cumulabili, sulla stessa operazione finanziaria, con altri regimi di aiuto concessi dalla Regione o da altri enti pubblici, entro i limiti dell’intensità agevolativa massima fissata dalla normativa comunitaria.

Cumulabilità
Modalità di partecipazione

Le domande di sostegno devono essere presentate a mezzo raccomandata, posta celere con avviso di ricevimento o posta certificata all’indirizzo “Fondo Regionale di Finanza Inclusiva c/o SFIRS S.p.A. - Via Santa Margherita, 4 – 09124 Cagliari” o tramite PEC all’indirizzo fondoinclusione.sfirs@legalmail.it dalle ore 17.00 del 4 ottobre 2019 ed entro il 31 dicembre 2022, salvo esaurimento delle risorse a disposizione.

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti
News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati