Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Voucher R&S presso infrastrutture di ricerca (FESR 2014/20, az. I.1a.5.1)

Regione Piemonte
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

Possono presentare domanda di accesso all’agevolazione le piccole e medie imprese, ATS, Consorzio-società consortile, Rete soggetto, costituiti prevalentemente da PMI in forma singola, in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio, essere in attività ed in possesso di almeno un bilancio chiuso e approvato al momento della presentazione della domanda;
  • avere un’unità operativa attiva in Piemonte al momento dell’erogazione del contributo.

Sono ammissibili gli interventi a favore dei settori di attività produttive rientranti negli ambiti di innovazione industriale individuati alla S3 regionale:

  • aerospazio,
  • automotive,
  • chimica verde/clean tech,
  • meccatronica,
  • Made in Piemonte (agroalimentare e tessile) e nell’area di innovazione della salute e benessere.

Sono, altresì, ammissibili progetti che interessino in modo multidisciplinare e multisettoriale una delle due traiettorie strategiche individuate dalla S3 regionale (smart e resource efficiency).

I fornitori dei servizi possono essere infrastrutture di ricerca pubbliche e private appartenenti a soggetti pubblici o privati, imprese o organismi di ricerca, ad accesso aperto, garantito da modalità e condizioni di mercato trasparenti e non discriminatorie e con tipologia di erogazione e prezzi definiti, che rispondono alle seguenti caratteristiche:

  • qualità scientifica;
  • qualità tecnologica;
  • servizi collegati di alto livello;
  • qualità manageriale;
  • valore aggiunto a livello sovra regionale;
  • accesso aperto su base competitiva (peer review).
Dimensione impresa
Micro, PMI
Ambito territoriale
Iniziative
Ricerca e sviluppo
Investimenti
Ricerca, Sviluppo, Innovazione Tecnologica, Altro
Interventi ammissibili e spese agevolabili

Sono ammissibili a finanziamento le proposte di acquisizione di servizi qualificati e specialistici di supporto alla ricerca, sviluppo e innovazione, finalizzati ad accrescere il grado di innovazione tecnologico delle imprese.

I servizi per la ricerca e innovazione devono rientrare in una delle seguenti tipologie:

  • servizi tecnici di sperimentazione di prodotti e processi migliorativi e/o innovativi;
  • servizi di supporto alla certificazione avanzata (test e prove di laboratorio finalizzati al percorso certificativo);
  • messa a disposizione di attrezzature;
  • servizi qualificati specifici a domanda collettiva.

Sono considerate ammissibili le spese relative all’acquisizione del servizio prestato dall’infrastruttura di ricerca prescelta.

Per effetto della crisi economico-sanitaria è stata introdotta la linea "Emergenza COVID-19" che fa rientrare negli investimenti ammissibili tutti i progetti finalizzati a fronteggiare l’emergenza. Nello specifico:

  • servizi per la ricerca e innovazione e dichiarazione di conformità di dispositivi medici, di protezione individuale (quali occhiali, visiere, mascherine, guanti, tute di protezione, etc.) e ogni altro componente a supporto delle esigenze emerse a seguito dell’emergenza sanitaria, mediante l’acquisizione di una o più delle tipologie di servizi previsti dal bando e/o in particolare di test per la dichiarazione di conformità di tali presidi e il relativo rilascio della certificazione. Sono considerati ammissibili tutti i costi sostenuti alla data del 1° febbraio 2020.
Tipo di contributo
Contributo a fondo perduto
Modalità erogazione contributo

L’agevolazione sarà concessa sotto forma di contributo a fondo perduto da un minimo di 20.000 euro a un massimo di 200.000 euro e a copertura massima del 70% delle spese ammissibili.

Per la linea "Emergenza COVID-19" l’agevolazione sarà concessa a copertura del 100% dei costi sostenuti, con un contributo minimo a partire da 1.500 euro e fino ad un massimo di 10.000 euro.

L’agevolazione sarà concessa in regime de minimis e in conformità al quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19.

La dotazione complessiva ammonta a 10.000.000 euro di cui 1.000.000 per la linea “Emergenza COVID-19”.

Cumulabilità
Modalità di partecipazione

Ciascun proponente può presentare una o più domande: per ciascuna domanda può essere richiesta una sola tipologia di servizi.

Le domande potranno essere presentate dalle 9:00 del 29 luglio 2019, telematicamente tramite http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/attivita-economico-produttive/servizi/861.

Per l'integrazione "Emergenza Covid-19", lo sportello per la presentazione delle domande sarà aperto dal 4 maggio 2020.

Le domande dovranno essere presentate fino al 30 giugno 2021.

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti
News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati