Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Garanzie Confidi a favore di PMI (L.r. 34/2004)

Regione Piemonte
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

I beneficiari degli aiuti in forma di garanzia sono le micro, piccole e medie imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere iscritte al Registro delle Imprese presso le Camere di Commercio;
  • avere almeno un'unità locale operativa attiva in Piemonte;
  • avere un codice prevalente di attività ammissibile, Codice ATECO 2007, indicato nella visura camerale, con le esclusioni e limitazioni che verranno pubblicato sul bando;
  • essere in regola con gli obblighi contributive.
Dimensione impresa
Micro, PMI
Ambito territoriale
Iniziative
Innovazione aziendale, Liquidità aziendale, Nuove imprese, Sviluppo aziendale
Investimenti
Investimenti produttivi materiali, Acquisto Immobili, Ampliamento, Ristrutturazione Aziendale, Acquisto Attrezzature, Impianti, Macchinari, Acquisto Mezzi di trasporto, Scorte, Investimenti produttivi immateriali, Liquidità aziendale, Circolante a se stante e/o secco, Consolidamento debiti, Ricapitalizzazione aziendale, Altro, Start-up impresa
Interventi ammissibili e spese agevolabili

Sono considerati ammissibili le garanzie concesse dai Confidi per favorire l'accesso al credito da parte delle micro, piccole e medie imprese per la realizzazione delle seguenti tipologie di intervento:

  • investimenti produttivi e infrastrutturali;
  • sostegno di processi di capitalizzazione aziendale;
  • fabbisogni di capitale circolante, scorte e liquidità;
  • riequilibrio finanziario per la rinegoziazione dei prestiti esistenti, estinzione di linee di credito a breve e medio termine e adozione di piani di rientro dell'indebitamento (fermo restando che la micro, piccola e media impresa non sia impresa in difficoltà).

Le suddette tipologie di intervento possono essere finalizzate anche all'avvio di nuove iniziative imprenditoriali.

Le caratteristiche delle operazioni finanziarie garantibili dai Confidi sono le seguenti:

  • finanziamenti:
    • aventi durata massima di 120 mesi per investimenti produttivi e infrastrutturali, capitalizzazione aziendale e riequilibrio finanziario, ovvero aventi durata massima di 36 mesi per fabbisogni di capitale circolante, scorte e liquidità;
    • chirografari e non assistiti da garanzie reali;
    • di importo minimo pari a 10.000 euro e massimo pari a 3.125.000 euro;
  • fidi a breve termine:
    • aventi durata massima 18 mesi - 1 giorno;
    • aventi una forma tecnica funzionale all'operatività produttiva e commerciale dell’impresa, con esclusione dei fidi a breve concessi sotto forma di scoperto di conto corrente;
    • chirografari e non assistiti da garanzia reale;
    • di importo minimo 5.000 euro e massimo pari a 1.000.000 euro;
Tipo di contributo
Concessione di garanzie
Modalità erogazione contributo

La misura prevede la concessione della garanzia. 

I Confidi assegnatari delle risorse concedono in favore delle imprese ammissibili garanzie per l'accesso al credito, secondo le seguenti modalità:

    • l'importo massimo garantito è fissato a 2,5 milioni di euro per singolo debitore;
    • la copertura massima delle garanzie non può superare l'80% di ciascuna operazione finanziaria sottostante;
    • la durata della garanzia è limitata alla durata dell'operazione finanziaria garantita e non essere superiore a 10 anni, non automaticamente prorogabili.

L'agevolazione è concessa in regime de minimis.

Cumulabilità
Modalità di partecipazione

Le domande per la concessione della garanzia dovranno essere presentate dalle imprese entro il 30 novembre 2021 ad uno dei Confidi selezionati:

  • Confidare S.c.p.a.;
  • Ascomfidi Nord-Ovest S.c.;
  • Sviluppo Artigiano;
  • Confapifidi S.c.;
  • Italia ComFidi Scarl;
  • Cooperfidi Italia S.c.;
  • Confidi Systema!.
Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti
News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati