Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Fondo Regionale microcredito: credito agevolato per imprese, autonomi e liberi professionisti (L. R. 23/2015)

Regione Emilia Romagna
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

Possono beneficiare del microcredito i seguenti soggetti, che per condizioni soggettive e oggettive si trovino in situazioni di difficolta di accesso ai canali tradizionali del credito:

  • lavoratori autonomi e liberi professionisti operanti in Emilia-Romagna, che alla data di presentazione della domanda siano titolari di partita IVA da non più di cinque anni, e che dichiarino un fatturato negli ultimi 12 mesi massimo di 100.000 euro;
  • liberi professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4 e in possesso dell’attestazione rilasciata ai sensi della medesima legge n. 4 del 2013;
  • forme aggregate tra professionisti (società tra professionisti) con i medesimi requisiti previsti per le imprese;
  • imprese individuali, società di persone, società a responsabilità limitata semplificata o società cooperative operanti in Emilia-Romagna, che alla data di presentazione della domanda siano avviate da non più di cinque anni e che dichiarino un fatturato negli ultimi 12 mesi massimo di 200.000 euro; le imprese devono essere regolarmente costituite e iscritte al Registro delle imprese presso la CCIAA territorialmente competente.

In ogni caso, i richiedenti dovranno dichiarare di non avere un livello di indebitamento a breve superiore a 50.000 Euro e dovranno risultare con domicilio fiscale nella Regione Emilia-Romagna.

Possono accedere al Fondo i soggetti sopra indicati operanti in tutti i settori economici, con le esclusioni previste dai regolamenti (UE) 1407/2013 e 1408/2013.

Dimensione impresa
Micro, Piccola, Media
Ambito territoriale
Iniziative
Formazione aziendale, Innovazione aziendale, Liquidità aziendale, Sviluppo aziendale
Investimenti
Investimenti produttivi materiali, Acquisto Attrezzature, Impianti, Macchinari, Investimenti produttivi immateriali, Liquidità aziendale, Ricerca, Sviluppo, Innovazione Tecnologica, ICT, Assunzione, stabilizzazione, apprendistato, Formazione e/o riqualificazione personale, Avvio nuova impresa
Interventi ammissibili e spese agevolabili

Il finanziamento può essere finalizzato a sostenere l’autoimpiego, l’avvio di nuove imprese e alla realizzazione di un nuovo progetto di sviluppo nell’ambito di iniziative esistenti ubicate sul territorio regionale.

In particolare sono ammissibili le spese connesse all’attività, indicate nel business plan e sostenute nel periodo di realizzazione del progetto, conformi a quanto previsto dalla normativa vigente in materia, quali a titolo esemplificativo e non esaustivo quelle di seguito indicate, nei limiti eventualmente evidenziati:

  • acquisizione di beni, comprese le materie prime necessarie alla produzione di beni o servizi e di merci destinate alla rivendita, o di servizi strumentali all'attività svolta;
  • corsi di formazione, anche di natura universitaria o postuniversitaria, volti ad elevare la qualità professionale e le capacità tecniche e gestionali del lavoratore autonomo, dell'imprenditore e dei relativi dipendenti;
  • esigenze di liquidità connesse allo sviluppo dell'attività, compreso il costo di personale aggiuntivo;
  • investimenti in innovazione, in prodotti e soluzioni di ICT, sviluppo organizzativo messa a punto di prodotti e/o servizi che presentino potenzialità concrete di sviluppo e consolidamento di nuova occupazione.

Ogni finanziamento è assistito dalla Garanzia rilasciata dal soggetto gestore (Unifidi) nella misura del 50%.

Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili del progetto, nel rispetto dei massimali previsti.

Tipo di contributo
Finanziamento a tasso agevolato
Modalità erogazione contributo

Il credito è concesso mediante finanziamento con mutuo chirografario a tasso 0, compreso da un minimo di 5.000 euro a un massimo di 25.000 euro. La durata massima del finanziamento è di 5 anni comprensiva della possibilità di godere di 1anno di preammortamento. Il rimborso dei finanziamenti è regolato sulla base di un piano con rate mensili trimestrali

Il finanziamento è assistito da una garanzia del 50% rilasciata direttamente dal soggetto gestore, il quale potrà controgarantire il proprio rischio su altri fondi. Non possono essere richieste, a sostegno del finanziamento, garanzie reali e/o patrimoniali.

Gli importi seguenti dovranno essere corrisposti direttamente al soggetto gestore all’atto del perfezionamento del contratto di finanziamento dal soggetto beneficiario e verrà trattenuto dall’importo finanziato all’atto dell’erogazione del mutuo:

  • quota base richiesta a titolo di diritti di segreteria commisurata in euro 100,00;
  • quota fino al 4% sull’importo finanziato;
  • una quota fino al 2% sull'importo finanziato a copertura del costo della garanzia in favore della Regione Emilia Romagna per il 50% del finanziamento erogato.
  • penale di estinzione anticipata: zero.
Cumulabilità
Modalità di partecipazione

La richiesta di credito deve essere inviata tramite mail al Artigiancredito entro il 31 dicembre 2022.

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti
News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati