Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Operazioni di patrimonializzazione aziendale (bando AgevolaCredito 2021, int. 2)

Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

Possono beneficiare delle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori che:

  • abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi; 
  • siano in regola con l’iscrizione al Registro delle imprese e attive; 
  • siano in regola con il pagamento del diritto camerale; 
  • abbiano assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative
  • sulla salute e sicurezza sul lavoro. 


Dimensione impresa
Micro, PMI
Ambito territoriale
Iniziative
Liquidità aziendale
Investimenti
Liquidità aziendale, Ricapitalizzazione aziendale
Interventi ammissibili e spese agevolabili

L'iintervento intende promuovere le operazioni di patrimonializzazione aziendale finalizzate alla riduzione del livello di indebitamento (debiti/patrimonio netto) delle imprese.

Sono ammissibili tre tipi di operazioni di patrimonializzazione:

  • aumento di capitale sociale: l’aumento del capitale sociale deve essere già deliberato e sottoscritto per intero all’atto della richiesta di finanziamento tramite il confidi; il versamento deve essere effettuato entro 6 mesi dalla data di presentazione della domanda. Qualora, a seguito di controlli a campione, si dovesse evidenziare che sei mesi dopo la presentazione della domanda il versamento non è stato effettuato, si procederà alla revoca del contributo; qualora si dovesse evidenziare che a tale data il versamento non è stato completato, si procederà alla revoca della parte di contributo indebitamente percepita. Il capitale sociale risultante a seguito dell’operazione dovrà essere mantenuto almeno per l’intero periodo di ammortamento del finanziamento agevolato richiesto tramite i confidi, pena la revoca del contributo. Non saranno agevolabili gli aumenti del capitale sociale destinati a ricostituire il capitale sociale per perdite d’esercizio. Le somme percepite dalla società per l’emissione di quote e/o di azioni ad un prezzo superiore al valore nominale, non possono essere distribuite finché la riserva legale non abbia raggiunto il limite stabilito di 1/5 del capitale sociale e per l’intero periodo dell’ammortamento del finanziamento bancario concesso. Il valore del sovrapprezzo sarà ricompreso nella quota di agevolazione in conto abbattimento tassi;
  • versamento soci in conto capitale: il versamento dei soci in conto capitale deve essere deliberato e versato prima di procedere alla richiesta del finanziamento all’istituto di credito. Sono ritenute agevolabili solo le somme versate dai soci nelle casse sociali in data stessa o successiva a quella di delibera. I fondi in tal modo vincolati non potranno essere utilizzati per tutto il periodo di durata del finanziamento bancario ottenuto, salvo incorporazione degli stessi nel capitale sociale ovvero su esplicita autorizzazione della banca, del confidi e della Camera di Commercio pena la revoca del contributo;
  • finanziamento soci: il finanziamento soci deve essere deliberato e versato prima di procedere alla richiesta del finanziamento all’istituto di credito. Sono ritenute agevolabili solo le somme versate dai soci nelle casse sociali in data stessa o successiva a quella di delibera. Nel verbale di assemblea ordinaria dei soci in cui si delibera il finanziamento soci deve essere riportata l’intenzione di richiedere il finanziamento agevolato dal contributo camerale nonché l’esplicito vincolo di possibile restituzione del finanziamento soci solo dopo aver regolarmente completato il rimborso del finanziamento bancario connesso.
Tipo di contributo
Contributo in conto interessi
Modalità erogazione contributo

L'agevolazione consiste nella concessione di contributi sui finanziamenti - garantiti dai confidi elencati nell'Allegato 2 del regolamento – stipulati da imprese che hanno effettuato una o più delle operazioni di patrimonializzazione aziendale previste: 

  • ammontare del finanziamento: compreso tra 25.000 e 300.000 euro;
  • tasso d'interesse: Euribor 6 mesi + uno spread del 3,7%;
  • durata: da 36 a 60 mesi;
  • data di stipula: dal 1° agosto 2019. 

L'abbattimento del costo di ciascun finanziamento è garantito secondo le seguenti modalità:

  • per la parte di spesa tra 25.000 euro e 300.000 euro: abbattimento totale del tasso di interesse.

I contributi sono concessi in base alle norme previste dal regolamento comunitario "de minimis".

Per l'intervento 1 e per l'intervento 2 sono disponibili 270.000 euro. Questo fondo viene integrato dalla dotazione finanziaria messa a disposizione dal Comune di Milano pari a 153.033 euro, riservati alle sole piccole e micro imprese che realizzano programmi di investimenti produttivi nella propria sede legale o nell’unità operativa localizzata in una delle aree del Comune di Milano in riqualificazione ai sensi della l. n. 266/1997 e identificate dal Comune di Milano (allegato n. 1)

Cumulabilità
Modalità di partecipazione

Le domande di contributo devono essere presentate attraverso il sito web Servizi Online. Il bando è sempre aperto, salvo esaurimento risorse

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti

Servizi Online

News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati