Coronavirus - Aiuti e incentivi alle imprese

Programmi di investimenti produttivi (Bando AgevolaCredito 2020, intervento 1)

Camera di Commercio di Milano
Tag
Keywords
Link Fonte
Sito web
Stato Bando
Ente Emanatore
Settori Economici
Microsettori
Destinatari

Possono beneficiare delle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori che:

  • abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi; 
  • siano in regola con l’iscrizione al Registro delle imprese e attive; 
  • siano in regola con il pagamento del diritto camerale; 
  • abbiano assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative
  • sulla salute e sicurezza sul lavoro. 
Dimensione impresa
Micro, PMI
Ambito territoriale
Iniziative
Liquidità aziendale, Nuove imprese, Sviluppo aziendale
Investimenti
Investimenti produttivi materiali, Acquisto Immobili, Acquisto Attrezzature, Impianti, Macchinari, Acquisto Mezzi di trasporto, Scorte, Installazione di sistemi di sicurezza/videosorveglianza, Hardware, Investimenti produttivi immateriali, Marchi, Brevetti, Software, Know how, Consulenze, Liquidità aziendale, Promozione ed Internazionalizzazione, Pubblicità, Partecipazione a fiere e/o missioni, Altro, Avvio nuova impresa
Interventi ammissibili e spese agevolabili

Il bando intende agevolare l'accesso al credito delle imprese che realizzano programmi di investimento

Sono ammissibili i piani di investimento rivolti:

  • all’avvio di attività imprenditoriale e acquisto di attività preesistente;
  • alla realizzazione di progetti aziendali concernenti l’innovazione di prodotto, tecnologica o organizzativa;
  • alla realizzazione di progetti aziendali innovativi che, attraverso l’introduzione di nuove tecnologie o di originali soluzioni organizzative, portino a conseguire una misurabile e consistente riduzione, all’interno ed all’esterno dell’azienda, dell’impatto ambientale in termini di emissioni d’aria, acqua, rifiuti, rumore;
  • all’incremento e/o miglioramento della capacità produttiva attraverso l’ammodernamento, l’ampliamento dei processi aziendali e delle strutture operative;
  • alla realizzazione di percorsi di certificazione inerenti sia l’impresa che un prodotto specifico;
  • all’incremento/implementazione di sistemi di sicurezza e sorveglianza -al miglioramento organizzativo e gestionale attraverso l’adeguamento strumentale e tecnologico del sistema informativo.

Le spese ammissibili comprendono:

  • acquisto/ristrutturazione di immobili (esclusi i terreni) e/o fabbricati solo se negli stessi si svolge l’attività dell’ impresa o questa verrà svolta entro sei mesi dalla data di presentazione della domanda;
  • acquisto, rinnovo, adeguamento di impianti, macchinari, attrezzature industriali e commerciali;
  • acquisto di sistemi informatici di gestione (hardware e software), e per le applicazioni internet;
  • spese per la realizzazione di siti e sistemi web propri dell’azienda, all’erogazione di propri servizi web su Internet, all’attivazione di procedure di commercio elettronico;
  • acquisizioni di marchi e brevetti e fee d’ingresso per franchising;
  • acquisizioni di aziende o di rami d’azienda documentate da contratti di cessione, acquisizione di almeno il 70% di partecipazioni in aziende con attività connessa a quella dell’acquirente, avviamento se acquisito a titolo oneroso;
  • acquisti di automezzi per un importo pari al costo deducibile ai fini della determinazione del reddito d’impresa;
  • acquisto di scorte entro il limite massimo del 20% (40% per le nuove imprese) dell’ammontare complessivo dell’investimento agevolato;
  • spese per consulenze specialistiche riferite ai programmi di investimenti oggetto dell’agevolazione nel limite del 30% delle stesse;
  • installazione impianti di allarme antintrusione, sorveglianza, ecc;
  • acquisto di nuove strutture, impianti e attrezzature per la realizzazione di interventi di riduzione dell’impatto ambientale;
  • spese per consulenze specialistiche riferite al passaggio da ditta individuale/società di persone a società di capitali nel limite del 30% delle stesse;
  • spese notarili riferite al passaggio da ditta individuale/società di persone, a società di capitali;
  • spese relative alla prototipazione;
  • spese relative a pubblicità, promozione e partecipazioni a eventi fieristici.

Sono ammessi a contributo anche beni usati.

Con l’Addendum 2018 sono state ampliate le tipologie di interventi ammissibili con l’estensione agli interventi per investimenti digitali. In tale area rientrano i seguenti interventi:

  • adozione di tecnologie informatiche per la promozione e la vendita on line di prodotti e servizi (Mobile & Social eCommerce);
  • adozione di tecnologie informatiche che consentano di supportare i processi che coinvolgono partner esterni, anche attraverso tecnologie di cloud computing (Extended Enterprise);
  • adozione di soluzioni digitali innovative, che comprendano tecnologie e contenuti digitali, per la vendita e la promozione di prodotti e servizi (Dettaglio Digitale);
  • adozione di soluzioni telecontrollo riscaldamento, gestione scenari e più in generale energy management (Smart Building);
  • adozione di tecnologie digitali avanzate a supporto dei processi produttivi caratteristici dell’azienda (Produzione digitale);
  • adozione di tecnologie finalizzate alla gestione di grandi quantità di dati direttamente in rete (Cloud);
  • adozione di tecnologie digitali a supporto della tracciabilità dei prodotti e tecnologie per la gestione automatizzata del magazzino;
  • adozione di tecnologie IoT per i sistemi di produzione per migliorare la flessibilità, la capacità di interazione con l’operatore umano e la gestione in remoto di asset di valore (Smart and Digital Factories);
  • adozione di tecnologie che garantiscono sicurezza durante le operazioni in rete e su sistemi in cloud (Cybersicurezza e business continuity);
  • adozione di soluzioni IoT volte ad aumentare la sicurezza sul lavoro e negli spazi aperti al pubblico (Safety);
  • adozione di Sistemi informativi e gestionali es. ERP, MES, PLM SCM, CRM;
  • adozione di tecnologie IoT finalizzate alla gestione ottimale delle risorse ambientali Smart Environment
  • adozione di tecnologie IoT finalizzati alla tracciabilità e la gestione delle produzioni e il monitoraggio agrometeorologico dell’ambiente di coltivazione (Agricoltura digitale);
  • adozione di servizi, strumenti e tecnologie ICT per gestire e valorizzare grandi quantità di dati (Big Data);
  • adozione di tecnologie per l’utilizzo di apparecchiature di comunicazione tra operatore/operatori e sistema produttivo, dispositivi di realtà aumentata e virtual reality (Dispositivi wearable)
  • adozione di tecnologie per applicazioni che consentono alle macchine di mostrare un’abilità e/o attività intelligente in campi specifici (Artificial intelligence & machine learning).

Sempre per quanto riguarda gli investimenti digitali, saranno ritenute ammissibili le seguenti spese:

  • Acquisti di Software di sistema e software applicativo e licenze software
  • Acquisti di infrastrutture abilitanti: Hardware, PC, Server, macchine virtuali, stampanti 3D
  • Acquisti interfacce digitali funzionali all’analisi dei dati
  • Spese per servizi : system integration, , personalizzazione del software, consulenza di processo;
  • Spese/canone per servizi di accesso al cloud
  • Acquisti di Infrastrutture, apparecchiature e servizi per protezione dati
  • Acquisti di apparecchiature e apparti di rilevamento dati per i dispositivi della rete elettrica
  • Investimenti in implementazione di strutture sensoristiche per sviluppare l’IoT sia nel settore della manifattura che in quello dei servizi es. linea di produzione, retail digitale ( vetrine digitali, scaffali virtuali, digital mirror) etc.
  • Acquisto di dispositivi di realtà aumentata e virtual reality
  • Realizzazione di APP funzionali ad altre infrastrutture funzionali al BtoB

Per essere ammissibili, le spese devono essere sostenute nei tre mesi precedenti e nei sei mesi successivi alla data di erogazione del finanziamento, regolarmente annotate nella contabilità aziendale ed al netto di IVA e di altre imposte e tasse. Solo per le nuove imprese sono agevolabili le spese effettuate nei sei mesi precedenti la data di erogazione del finanziamento, compresi gli studi di fattibilità, ricerche di mercato, oneri di costituzione e le spese notarili.

Tipo di contributo
Contributo a fondo perduto, Contributo in conto interessi
Modalità erogazione contributo

L'agevolazione è concessa sotto forma di contributo in abbattimento tassi su finanziamenti garantiti da uno dei confidi convenzionati e in possesso delle seguenti caratteristiche:

  • ammontare del finanziamento: compreso tra 10.000 e 300.000 euro;
  • tasso d'interesse: Euribor 6 mesi + uno spread del 4%;
  • durata: da 36 a 60 mesi;
  • data di stipula
    • sino al 14 febbraio 2020: dal 1° gennaio 2018; 
    • a partire dal 15 febbraio 2020: dal 1° agosto 2019. 

L'abbattimento del costo di ciascun finanziamento o del leasing è garantito secondo le seguenti modalità:

  • per la parte di spesa fino a 150.000 euro, abbattimento di 2,00 punti.
  • per la parte di spesa eccedente i 150.000 euro, abbattimento di 1,50 punti.

Sono previsti i seguenti abbattimenti aggiuntivi (rispetto alle fasce di abbattimento sopra illustrate): 

  • nuove imprese
    • per le nuove imprese (imprese iscritte nel Registro Imprese da non più di 24 mesi dalla data di presentazione della domanda di contributo) l'abbattimento del tasso di interesse è maggiorato di 1,00 punto per contratto, fino al limite massimo dell'abbattimento totale; 
    • per le nuove imprese (imprese iscritte nel Registro Imprese da più di 24 mesi ma non oltre 48 mesi dalla data di presentazione della domanda di contributo) l'abbattimento del tasso di interesse è maggiorato di 0,5 punti per contratto, fino al limite massimo dell'abbattimento totale
  • aree del Comune di Milano l. n. 266/97 - micro e piccole imprese che realizzano programmi di investimenti produttivi nella propria unità locale fisica (dove esercitano la propria attività in sede fissa) in una delle aree del Comune di Milano in stato di degrado ai sensi della l. n. 266/97 (elencate nell'Allegato n. 1): abbattimento totale del tasso di interesse; 
  • investimenti digitali: le imprese che effettuano un'operazione di investimento produttivo che riguardi esclusivamente o comprenda spese per investimenti digitali beneficiano di una premialità rappresentata da un abbattimento aggiuntivo, rispetto alle fasce previste per l'intervento 1 secondo la seguente modalità:
    • abbattimento totale del tasso di interesse per le imprese che effettuano spese per investimenti digitali maggiori al 65% del totale dell'investimento stesso, fino al limite massimo dell'abbattimento totale del tasso di interesse applicato;
    • 1% per le imprese che effettuano spese per investimenti digitali pari ad almeno il 35% e fino al 65% del totale dell'investimento stesso, fino al limite massimo dell'abbattimento totale del tasso di interesse applicato.

I contributi concessi sono al lordo della ritenuta d'acconto del 4%. 

I contributi sono erogati in regime de minimis

Per l'intervento 1 e per l'intervento 2 sono disponibili 270.000 euro. 


Cumulabilità
Modalità di partecipazione

Le domande di contributo redatte dalle imprese e i relativi allegati previsti dal Regolamento devono essere presentate attraverso il sito web Servizi Online esclusivamente dal Confidi garante aderente al bando.

Fino al 14 febbraio 2020, occorre stipulare o aver stipulato un finanziamento bancario o un contratto di leasing che abbiano validità a partire dal 1° gennaio 2018 (n.b: tale data è valida per domande presentate fino al 14 febbraio 2020). 

A partire dal 15 febbraio 2020, occorre stipulare o aver stipulato un finanziamento bancario o un contratto di leasing che abbiano validità a partire dal 1° agosto 2019 (n.b: tale data è valida per domande presentate dal 15 febbraio 2020); consegnare al confidi garante entro sei mesi dall'erogazione del finanziamento la documentazione richiesta; presentare la domanda per via telematica attraverso il confidi garante. 

Le domande possono essere inoltrate da ciascun confidi, per conto delle imprese, in qualsiasi periodo dell'anno trattandosi di un bando non soggetto a scadenza, salvo esaurimento fondi. 

Provvedimento
Num. del
Fonte
Approfondimenti

Servizi Online

News collegate
Allegati
   Allegati Operativi

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2020 - Tutti i diritti riservati