Archivio

T

Fondo perduto impianti per ASD e SSD

Via libera a 90 dei 190 milioni di euro stanziati per lo sport dilettantistico a ristoro dei canoni di locazione o concessione di impianti e strutture.

ACE Innovativa: via al credito d'imposta

Dal 20 novembre è possibile inviare la Comunicazione ACE per vedersi riconosciuto il relativo credito d'imposta.

Contributo perequativo: sono rilevati le maggiori perdite?

L’Agenzia delle Entrate ha anticipato i tempi e con il provvedimento direttoriale, Prot. n. 227357/2021 ha indicato i “campi” delle dichiarazioni dei redditi a cui fare riferimento per verificare l’eventuale peggioramento del risultato economico dell’esercizio 2020 rispetto al 2019.

Contributo per chiusure dalle discoteche alle palestre

È pronto per la pubblicazione sulla «Gazzetta Ufficiale» il decreto, di concerto tra Mise e Mef (si veda quanto già anticipato dal «Sole 24 Ore» del 1° settembre), che individua i soggetti beneficiari e le modalità di erogazione del contributo a fondo perduto (Cfp).

CFP perequativo: osservazioni sui valori reddituali

Come noto, il cd. decreto Sostegni-bis D.L. 73/2021, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106 prevede, all’articolo 1, quattro tipologie di contributi a fondo perduto. Due di questi appartengono già al passato: il cd. contributo automatico, consistente nel 100% del contributo già riconosciuto ai contribuenti che avevano ottenuto il CFP Sostegni D.L. 41/2021, e il cd. contributo attività stagionali.

Assunzione con rioccupazione: dal 15/09 domande esonero

Dal 15 settembre sarà disponibile il modulo on-line per richiedere l'esonero contributivo per le assunzioni effettuate con contratto di rioccupazione.

CFP perequativo: non abusare della dichiarazione correttiva

Come noto l’articolo 1 comma 24 del DL n. 73 del 2021, in materia di contributo a fondo perduto “perequativo” che sarà attribuito al contribuente secondo criteri di equità e pareggiamento rispetto ai contributi già percepiti nel recente passato, presuppone il riconoscimento dell’incentivo all’avvenuta trasmissione della dichiarazione dei redditi entro il nuovo termine 10 settembre 2021.

Fondo perduto perequativo: stabiliti righi per calo reddituale

La terza fattispecie di contributo a fondo perduto prevista dall’articolo 1 del decreto legge Sostegni bis (decreto- legge 25 maggio 2021, n.73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n.106) inizia ad essere un po’ meno misteriosa, posto che con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate protocollo 227357 del 4 settembre 2021 sono stati stabiliti i righi che occorrerà porre a confronto per verificare il calo reddituale, condizione di accesso al contributo stesso.

Fondo perduto senza ansia

Per il contributo a fondo perduto perequativo si va verso il rinvio a fine settembre della presentazione della dichiarazione dei redditi. Il ministro dell'economia Daniele Franco (nella foto), secondo quanto ItaliaOggi è in grado di anticipare, ha già pronto il provvedimento di slittamento del termine del 10 settembre per la trasmissione della dichiarazione.

L’anticipo di Redditi al 10 settembre in attesa del decreto

Il contributo a fondo perduto perequativo richiede l’anticipo dell’invio telematico di Redditi 2021 entro il 10 settembre 2021 (termine di cui con insistenza i commercialisti e gli altri professionisti hanno chiesto la proroga), rispetto al termine del 30 novembre. In questo caso, si crea un “corto circuito” tra regole ancora da emanare e anticipo dell’adempimento dichiarativo. Andiamo con ordine.

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati