Archivio

T

Per negozi, capannoni e uffici lo sconto è (quasi) escluso

Grandi limiti. Anzi, di fatto quasi un’esclusione. È quella che riguarda negozi, capannoni e uffici rispetto al superbonus e che, leggendo le norme, è andata molto oltre le previsioni di legge. Le persone fisiche, le imprese e i professionisti che detengono un’unità immobiliare non residenziale (come ad esempio un ufficio, un magazzino o un capannone), costituente un edificio (il quale, quindi, è composto da un’unica unità immobiliare), non possono beneficiare del superbonus del 110 per cento.

Comodato d'uso gratuito registrato per il superbonus

Se l'immobile è in comodato d'uso, il comodatario può beneficiare del superbonus (art. 119 DL Rilancio) per le spese sostenute per la sostituzione dell'attuale generatore di calore con una pompa di calore, anche se non è proprietario dell'immobile.

Superbonus a coltivatore diretto: cessione o sconto

Una procedura troppo macchinosa quella per fruire del superbonus del 110%. Tanto da indurre contribuenti e professionisti a farsi una serie di domande poiché per la nuova misura pare essere certo soltanto l’incerto. Per gli interventi “trainanti” e “trainati” di cui alle definizioni dettate dalla Circolare n. 24/E dell’8 agosto scorso dell’Agenzia, compete una detrazione dall’imposta sul reddito delle persone fisiche del 110% da fruire in cinque quote annuali di pari importo.

Contributi efficienza energetica: chiusura al 30 settembre

Chiusura al 30 settembre 2020 del bando che sostiene interventi di efficienza energetica e installazione di impianti rinnovabili nelle imprese.

In arrivo incentivo comunità energetiche fonti rinnovabili

Tariffa pari a 110 euro/MWh per incentivare la promozione delle comunità energetiche da fonti rinnovabili.

Immobili da rivendere o in locazione: recupero ecobonus

La marcia indietro delle Entrate sulla legittimità della detrazione da ecobonus per gli immobili locati e gli “immobili merce” posseduti dalle imprese (risoluzione 34/E/2020) non ha effetti solo sui contenziosi in corso ma anche sulla possibilità, per chi non ha sfruttato il bonus temendo di incorrere in un accertamento, di riappropriarsi di quanto a suo tempo rinunciato.

Se i lavori non si fanno, niente 110% per parcella tecnico

L’intreccio della normativa fiscale, edilizia, energetica e antisismica nell’ambito della disciplina del superbonus del 110% determina una tale complessità che anche gli interventi più semplici possono richiedere un preliminare studio di fattibilità e un’analisi preventiva dei costi e dei benefici.

Superbonus 110% al test di convenienza: la detrazione

Tra i tanti bonus fiscali attivi per il settore dell’edilizia, il Superbonus 110% lanciato dal DL Rilancio (DL 34/2020 convertito dalla Legge 77/2020) è sicuramente quello che presenta la maggiore convenienza, in quanto a fronte di una spesa di 100 prevede una detrazione fiscale di 110.

Vecchi requisiti per chi esegue ora i lavori di ecobonus

Il Dm Requisiti deve essere ancora pubblicato in Gazzetta ufficiale e, pertanto, continua ad essere valido il vecchio decreto del 2008, con le modifiche del 2010. Questo rappresenta un indubbio vantaggio per quanti siano interessati a iniziare a stretto giro interventi agevolati per l’efficienza energetica, indipendentemente dall’aliquota utilizzata.

Case antisismiche: acquisto gratis con il superbonus

L’agenzia delle entrate con Risposta a interpello n 325 del 9 settembre chiarisce che è possibile utilizzare il superbonus del 110% sull’acquisto, da parte di persona fisica, di una abitazione soggetta ad efficientamento antisismico, e sita nelle zone 1, 2 e 3, il cui preliminare è stato stipulato prima del 1° luglio 2020 purché la vendita avvenga entro 18 mesi dalla data di conclusione dei lavori e, comunque, tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2020 - Tutti i diritti riservati