COVID19: tutte le misure per lavoratori, famiglie e imprese

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17 marzo 2020 il d.l. "Cura Italia" che dispone una serie di misure a sostegno di famiglie, lavoratori, artigiani, commercianti e professionisti travolti dall'emergenza coronavirus intervenendo su temi centrali quali il Sistema Sanitario Nazionale, l'occupazione, il credito a famiglie e imprese e la sospensione degli adempimenti fiscali.

Non è il primo intervento governativo in materia economica: già con il d.l. n. 9/2020, il Consiglio dei Ministri ha varato un primo pacchetto di misure che hanno l’obiettivo di sostenere tutte le imprese nelle zone rosse

Anche le Regioni sono al lavoro per fronteggiare l’emergenza legata alla diffusione del COVID-19 attraverso interventi che, a tutti i livelli, hanno l’obiettivo di sostenere famiglie, imprese e lavoratori.

Di seguito sono elencate le misure già attive e quelle che le Regioni hanno annunciato come in corso di approvazione:

  • il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha pubblicato il Comunicato Stampa N° 50 del 13 marzo 2020 in cui dichiara che "i termini relativi ai versamenti previsti al 16 marzo saranno differiti con una norma nel decreto legge di prossima adozione da parte del Consiglio dei Ministri, relativo alle misure per il contenimento degli effetti dell'epidemia di Covid-19"; 


  • l'Agenzia delle Entrate, a seguito del Dpcm dell’11 marzo 2020 per il contrasto alla diffusione del Coronavirus, ha sospeso le attività di liquidazione, controllo, accertamento, accessi, ispezioni e verifiche, riscossione e contenzioso tributario a meno che non siano in imminente scadenza (o sospesi in base a espresse previsioni normative); 


  • il Fondo di garanzia per le PMI, in considerazione dell’emergenza COVID-19, estende la garanzia già concessa sui finanziamenti in essere al 31 gennaio 2020 che rientrano nell’applicazione dell’Addendum all’Accordo per il Credito 2019 sottoscritto in data 6 marzo 2020 dall’ABI e dalle Associazioni Imprenditoriali; 




  • l'ICE-Agenzia ha previsto un pacchetto di misure aventi l'obiettivo di rafforzare il sostegno pubblico al processo di internazionalizzazione in un momento particolarmente complesso della congiuntura economica a livello globale;


  • la Regione Calabria ha siglato assieme alle parti sociali l'accordo quadro per richiedere la Cassa Integrazione in deroga;



  • la Regione Friuli Venezia Giulia ha adottato una legge regionale per fronteggiare l'emergenza epidemiologica. Le misure disposte prevedono finanziamenti agevolati, sospensione delle rate sui fondi di rotazione e la possibilità di ottenere delle proroghe sul versamento IRAP e sui bandi relativi a manifestazioni turistiche. Inoltre, è stata definita l'intesa regionale per la concessione del trattamento di cassa integrazione guadagni in deroga;


  • la Regione Lazio ha pubblicato:
    • un bando per sostenere l’adozione di modelli innovativi di organizzazione del lavoro, attraverso lo sviluppo di piani aziendali e l’adozione di adeguata strumentazione informatica, per adottare strumenti di lavoro agile; 
    • un bando per favorire il più ampio e completo accesso alle opportunità di apprendimento a distanza da parte degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, siano esse statali siano paritarie;
    • sta per mettere in campo un piano Pronto Cassa con cui sostenere tempestivamente il fabbisogno di liquidità delle micro, piccole e medie imprese, inclusi i liberi professionisti;
    • ha approvato una delibera che prevede una "Moratoria regionale straordinaria 2020" per gli strumenti di agevolazione creditizia attivati dalla Regione e la sospensione di tutti i termini relativi ai procedimenti attivati dal Programma operativo POR FESR Lazio 2014-2020. Prevista inoltre la proroga di alcuni bandi;
    • ha firmato l’Accordo quadro con i criteri di utilizzo della cassa integrazione in deroga;
    • attiverà un’apposita sezione del Fondo Rotativo Piccolo Credito per sostenere le esigenze di liquidità delle imprese; 



  • la Regione Lombardia ha stanziato dei fondi per sostenere le imprese danneggiate dall'emergenza Coronavirus. Nello specifico, sono state attivate le seguenti misure:
  • Sempre in Lombardia, la Diocesi di Milano  in collaborazione con il Comune di Milano ha istituito il "Fondo San Giuseppe": un aiuto per sostenere coloro che perdono il lavoro, a causa del Coronavirus; un modo per non farli sentire soli in un momento di grande difficoltà; 


  • la Regione Marche, recependo il contenuto del decreto "Cura Italia", ha promosso un'intesa con le organizzazioni datoriali e sindacali per consentire l’accesso allo strumento della Cassa Integrazione a tutti i lavoratori dipendenti normalmente esclusi dalla Cassa Integrazione Ordinaria e/o Straordinaria. La cassa integrazione in deroga che verrà concessa per 9 settimane con decorrenza dal 23 febbraio 2020;



  • il Piemonte ha reso immediatamente operativa una misura per contrastare le difficoltà che le imprese piemontesi stanno affrontando nel rimborsare le rate dei prestiti erogati dalle banche, con il concorso delle risorse regionali. Inoltre, l'EBAP ha previsto misure di sostegno a imprese e lavoratori in difficoltà. Sono state adottate le ulteriori seguenti misure:


  • la Regione Puglia:
    • ha disposto la sospensione fino a sei mesi dei mutui concessi dall’Amministrazione Regionale per il tramite di Puglia Sviluppo S.p.A. e la traslazione di dodici mesi dei monitoraggi sugli adempimenti successivi alla conclusione degli investimenti cofinanziati dalla Regione nell’ambito di varie misure
    • ha approvato l’Accordo Quadro Regione Puglia per la fruizione della cassa integrazione in deroga;
    • ha disposto interventi per le imprese nell’ambito delle misure Apulia Film Fund 2017, Apulia Film Fund 2018/2020 dell'avviso pubblico Radici e Ali.


  • la Regione Umbria ha adottato un provvedimento urgente a sostegno del turismo e della piccola e media impresa al fine di per fronteggiare la ricaduta sul tessuto produttivo dello scenario di crisi generato dall'emergenza del Coronavirus; 


  • la Regione Abruzzo:
    • ha pubblicato un’ordinanza recante la sospensione dei termini di pagamento delle rate dei mutui/prestiti facenti capo alle società in-house Abruzzo Sviluppo S.p.A. e Fi.R.A. S.p.A. Unipersonale e ha deliberato lo stanziamento di 10 milioni di euro a sostegno delle imprese dell’area del cratere attraverso il programma di sviluppo “Restart”;
    • è pronta predisporre una legge che preveda la sospensione della riscossione delle imposte nonchè il rifinanziamento del Fondo per il Microcredito, assieme ad altre misure di sostegno per imprese e persone fisiche; 
    • la Camera di Commercio di Chieti Pescara ha stanziato 5 milioni di euro per sostenere il tessuto economico locale, con azioni di promozione e sostegno;





  • la Regione Sicilia è pronta a stanziare 30 milioni di euro al fine creare nuova ed immediata liquidità a sostegno delle imprese siciliane che sono in emergenza economica.


  • la Regione Toscana:
    • è pronta ad emanare misure urgenti al fine di ridurre gli impatti negativi per i lavoratori ed i datori di lavoro conseguenti all’adozione delle azioni di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19;
    • ha già sottoscritto l'accordo con le parti sociali rappresentate nella commissione permanente regionale tripartita, definendo criteri e modalità procedurali circa l’utilizzo della cassa integrazione in deroga.
  • Sempre in Toscana, Fises - Finanziaria Senese di Sviluppo ha rifinanziato il plafond straordinario di due milioni di euro per le imprese del territorio senese che stanno subendo danni in conseguenza del “Fenomeno Coronavirus”, aderendo, inoltre, alla sospensione delle rate dei finanziamenti coerentemente al Dpcm del 17 marzo scorso.


  • la Regione Valle d'Aosta ha approvato una legge regionale con misure urgenti a sostegno di famiglie, lavoratori e imprese per la sospensione del pagamento delle rate dei mutui e la concessione di garanzie.


  • la Regione Veneto ha siglato assieme alle parti sociali l'accordo quadro per richiedere la Cassa Integrazione in deroga e per il riconoscimento dell'indennità di lavoro autonomo;

Sempre in ragione dell'emergenza epidemiologica, disposte proroghe e sospensioni dei termini per la presentazione delle domande per numerosi bandi. A livello nazionale, si ricordano lo slittamento dei termini per: 

Si ricorda, inoltre, che oggi, sabato 14 marzo 2020, è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”, che contiene linee guida condivise tra le Parti per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio. Nel dettaglio si dispone la possibilità di ricorrere:

  • agli ammortizzatori sociali, con la conseguente riduzione o sospensione dell’attività lavorativa,
  • al lavoro agile; 

  • all'incentivo di ferie e congedi retribuiti per i dipendenti nonché agli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva;
  • alla sospensione di attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione; 
  • all'assunzione di protocolli di sicurezza anti-contagio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, all'adozione di strumenti di protezione individuale
  • alla sanificazione nei luoghi di lavoro, anche utilizzando a tal fine forme di ammortizzatori sociali;
  • per le sole attività produttive si raccomanda altresì che siano limitati al massimo gli spostamenti all’interno dei siti e contingentato l’accesso agli spazi comuni. 
Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Informazioni Legali - Informativa Privacy - Cookies e Privacy Policy

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2020 - Tutti i diritti riservati